Immigrati fuggono da quarantena: rientrano solo dopo trattative con agenti, nessuna denuncia

Condividi!

Tensioni a Massa ( Massa Carrara) per la presenza in strada degli immigrati di un centro di accoglienza dove si è sviluppato un focolaio Covid.

VERIFICA LA NOTIZIA

Dovevano essere in quarantena, ma in quanto migranti fanno un po’ quel che cazzo gli pare.

I residenti hanno chiamato carabinieri e polizia per farli tornare dentro la struttura. Inutilmente.

Tutti i migranti del centro di accoglienza devono osservare la quarantena ma ieri sera una giovane migrante positiva al Coronavirus, ospite dello stesso centro di accoglienza, che è sotto sorveglianza sanitaria dalla Asl, è uscita dalla struttura ed è stata seguita dagli altri compagni. Questi già dal pomeriggio avevano manifestato insofferenza per la propria condizione di quarantena. In pochi minuti si è diffuso il panico tra gli abitanti della zona. Residenti che da giorni lamentano il fatto che gli immigrati non rispettano le misure di isolamento sanitario uscendo dal centro e venendo a contatto con la popolazione.

Per questo le autorità o sedicenti tali:

La politica nasconde gli immigrati infetti: “Non si deve sapere”

Ieri sera all’uscita di alcuni di loro per strada, sono stati chiamati i carabinieri che poi hanno chiesto rinforzi a polizia e Digos. Diverse pattuglie sono quindi dovute intervenire per evitare il fuggi-fuggi dei migranti i quali, solo dopo trattative (!!!), verso le 23 sono rientrati nelle loro stanze.

La questura ha fatto sapere che non ci sono denunciati.




Vox

Lascia un commento