I nigeriani possono molestare donne italiane: niente arresto

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Militari del Nor dei carabinieri hanno defertio oggi in stato di libertà per violenza sessuale il 26enne nigeriano E. K., irregolare, senza fissa dimora. In via delle Cave, arrivato in bici dopo aver avvicinato una 28enne padovana che stava portando a passeggio il suo cane, la palpeggiava per allontanarsi subito dopo.

La ragazza ha fornito una dettagliata descrizione dell’immigrato rintracciato poco dopo in centro città.

Questi tentano di violentare ragazze e nonostante siano clandestini vengono ‘deferiti’. Fanculo lo Stato che lascia violentare le donne in nome del buonismo.




Vox

11 pensieri su “I nigeriani possono molestare donne italiane: niente arresto”

  1. Non è buonismo. Anzi. Comincio a pensare che ricevano chiare istruzioni in proposito: se non riuscite a mettervi legalmente con una bianca, almeno molestatela. Preferibilmente stupratela. Il disegno c’è e non è più nemmeno tanto occulto. O meglio, lo è per chi crede che la vita sia arcobaleni, cuoricini e unicorni.

      1. Avevo scritto un lungo post, ma ci ho ripensato e l’ho cancellato. Credo che parlare di cose serie, ovvero cosa dovrebbe, e potrebbe, e come fare, le cose per un governo nazionalista, facente parte di una vasta alleanza di governi nazionali con tanto di Bomba ed altri gingilli capaci di impedire a chiunque di mettere bocca, metterebbe a rischio l’estensore. Mi spiace ma la cabala, quella vera, non quella che si immaginano su un pentacolo ad adorare i rettiliani, sarebbe troppo sensibile a vedere vox trasformato in un laboratorio di idee.
        Fatto sta che semplicemente dire gli amputiamo la mano o il pisello capirai che non è una proposta fattibile, servirebbero proposte serie, legalmente applicabili e veramente intimidatorie per i possibili trasgressori, uomini e donne. Per questo ed altre questioni.

Lascia un commento