Islamici si comprano le case dei cristiani per cacciarli da Beirut

Condividi!

L’esplosione che ha devastato Beirut ha ferito la comunità cristiana. Il Vescovo Mrad dei siri cattolici lancia l’allarme

VERIFICA LA NOTIZIA

I cristiani di Beirut sono tra i più danneggiati da ciò che è successo al porto. Tutte le zone limitrofe erano abitata dai cristiani ed erano i quartieri con una più alta presenza di cittadini di religione cristiana. Ora le chiese sono distrutte, le case in molti casi sono state spazzate via dall’onda d’urto. Un danno enorme cui si aggiunge un effetto molto pericoloso: i musulmani più abbienti comprano le case distrutte perché sono gli unici che hanno ancora soldi per ricostruirle. E chi ha perso tutto è costretti a vendere le proprie case e ad andarsene. Col tempo quei quartieri rischiano di non avere più cristiani. E per questo la Chiesa sta chiedendo allo Stato di intervenire per evitare questo processo che può provocare una diaspora: i cristiani stanno scomparendo.

In tutto il Vicino Oriente i cristiani erano la popolazione originaria. Prima della Grande Sostituzione iniziata con la conquista araba e proceduta con l’immigrazione di musulmani dalla penisola araba e dall’Africa. Oltre alle conversioni forzate.

Stiamo parlando di noi, non ve ne accorgete?




Vox

3 pensieri su “Islamici si comprano le case dei cristiani per cacciarli da Beirut”

  1. “In tutto il Vicino Oriente i cristiani erano la popolazione originaria. Prima della Grande Sostituzione iniziata con la conquista araba e proceduta con l’immigrazione di musulmani dalla penisola araba e dall’Africa. Oltre alle conversioni forzate.

    Stiamo parlando di noi, non ve ne accorgete?”

    C’è però una differenza: loro furono invasi, noi ci facciamo invadere.

  2. Lo dice pure il papa, con i suoi fatti.
    Nel nostro paese di quel che resta, dicono tanto con la libertà di religione, tra le varie libertà, ma se la loro religione contrasta con i nostri principi di libertà, perché la gente non lo capisce? Lo vediamo quotidianamente, nelle scuole dove i figli dei più Integralisti, non possono toccare gli oggetti che toccano i nostri, perché noi siamo infedeli ed impuri, nelle mense scolastiche dove è stato bandito il prosciutto crudo per far posto al cous cous, negli ospedali vale la medesima cosa e gli esempi sono tanti, fino ad arrivare all’odio religioso e razziale. Non capisco come la gente dica poverini e continui ad accettare la situazione.
    Forse il popolino non ha ancora capito che questi non scherzano e poco gli importa se comanda la destra e l’appoggiano, a loro interessa crearsi un varco per accedere al potere e sottomettere noi. Lo fanno perché noi occidentali crediamo nelle libertà personali, purché si rispettino gli altri, loro vogliono solo le proprie libertà…..

Lascia un commento