Aisha, la convertita difende i clandestini palestinesi: “Devono essere liberi”

Condividi!

Silvia Romano in campo in difesa dei palestinesi. La convertita rapita dal gruppo islamico di al Shabaab in Kenya e poi rilasciata quasi due anni dopo, a spese dei contribuenti, ha scritto un lungo articolo sul sito web islamista La Luce.

Aisha, ora si fa chiamare così dopo la conversione all’Islam, appoggia l’ong Al Mezan denunciando “91 testimonianze riguardanti tortura e abusi sui bambini palestinesi che cercavano di superare la zona cuscinetto imposta da Israele a Gaza”.

VERIFICA LA NOTIZIA

Gli israeliani non hanno il nostro peccato originale, quindi possono respingere i clandestini che cercano di violare il confine.

“Ogni bambino è innocente, indipendentemente dalla sua origine, e perciò merita di vivere in libertà”, scrive.

Dimenticando che sono spesso questi ‘bambini’ ad essere attentatori e utilizzati come muli per esplosivo poi utilizzato in attentati. E poi, comunque, crescono.




Vox

12 pensieri su “Aisha, la convertita difende i clandestini palestinesi: “Devono essere liberi””

  1. Ho capito, ma dove sta scritto che l’Italia e l’Occidente devono prendersi cura di tutto il mondo? Noi europei abbiamo lottato duramente per ottenere libertà e diritti. Ce li siamo gaudagnati con il sangue e questi invece li vogliono gratis. Aisha… Mavaffanculo.

      1. Oggi mi sento “buono” perchè sono troppo incazzato. Poi Mariano è del 57, non sarebbe etico da parte mia portare lo scontro su un piano fisico. Oggi avevo a pranzo uno che forse lo conosce (stesso paese, lavoro affine, in ogni caso prima presenza quindi non ho fatto la domanda diretta).
        Colgo l’occasione per complimentarmi ancora con te per la scelta del soprannome. Non poteva essere più azzeccato.

        1. Grazie!Comunque ho provato a chiedere ma non mi ha voluto rispondere, ravanando sul web pare lui avesse scritto parecchi anni fa ad un blog osceno dal nome “io non sto con Oriana”, dove lo perculavano xché sosteneva di aver vinto una battaglia x evitare le circoncisioni gratis agli immigrati in Piemonte.
          Ha un carattere intrattabile ma le idee non sono tutte da buttare é che dev’essere uno capace di litigare anche con lo specchio!

          1. Già, infatti non capisco perchè voglia a tutti costi litigare con noi visto che avremmo anche dei pensieri da condividere. Ma ho già tanti di quei problemi che sinceramente…

            Ho provato a fare una recensione de “Il soldato di ventura” ma non sono riuscito a postarla. Peccato, era venuta molto bene e ci ho provato tre o quattro volte. Probabilmente c’era qualche sequenza di caratteri che wordpress odia. Niente link eccessivi o fraseggio “VM18”. Infatti non capisco come mai. Ho provato persino a spezzarla in due puntate temendo al lunghezza eccessiva ma nessun successo.
            Descrivevo il vero Mariano come una “Buick anni 50 con teschio a guisa di fregio sul cofano lanciata a mille all’ora” senza rivelare il finale.
            Capolavoro ormai quasi introvabile.
            https://culturadigitale.me/il-soldato-di-ventura-1976-tnt-vilage-torrent/

          2. Parlate di marianomatta, a volte pensiamo all’unisono, ho detto la stessa cosa ora da un’altra parte, l’ultimo suo post che risale a ieri o ieri l’altro era buono, se fosse stato più ragionevole si potevano portare avanti dei discorsi…concreti ma quella dell’appuntamento nella stazione dei carabinieri me lo ha fatto scadere definitivamente.

  2. portateli a casa tua ed inizia a fare pompini, da cagna da monta come hai fatto per sti mesi e visto che sei di sinistra ascolta la pompino e abortisciti tu con tutti i tuoi figli di zoccola, levati dai coglioni troia di merda ti sei scopata tutte la tribu d africa e vieni a fare la morale a noi, falla alla puttana di tua madre che ha messo al mondo una sciaquetta come te invece di abortirla

  3. Anche i bambini uccisi dai tuoi correligionari meritavano di vivere, come quel bambino ucciso da un afroamericano in America, oppure come i nostri che quando sono a contatto con “vostri”, nelle scuole, vengono in alcuni casi ignorati da voi, perché infedeli. Aisha sei italiana di nascita, nonostante tu voglia ricordarlo solo per quando ti fa comodo e se godi ancora di privilegi, ricordati che qualcuno per farti questo regalo, ha sacrificato la sua vita, oltre che la sua libertà. Ricordatelo, visto che la tua nuova religione, la tua nuova vita, non concedono tanto spazio agli infedeli. 😠😠😠😠😠

Lascia un commento