Sicilia: oltre metà casi sono arrivati coi barconi, e hanno diffuso il contagio

Condividi!

Trentasei casi in più di coronavirus in Sicilia rispetto a ieri, dei quali almeno 21 sono immigrati sbarcati sulle coste dell’Isola. Tra gli altri, poi, potrebbero esserci, come in Veneto, altri presenti da più tempo nei centri di accoglienza.

VERIFICA LA NOTIZIA

La Sicilia era covid-free prima degli sbarchi.

Un incremento che porta il numero complessivo degli attuali positivi a 631 con 3.681 contagiati dall’inizio dell’emergenza. Il dato emerge dal quotidiano report del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di sanità. Resta stabile il numero delle persone ricoverate in terapia intensiva (6), mentre gli ospedalizzati passano dai 42 di ieri ai 46 di oggi e aumentano anche i guariti (nove in più rispetto a ieri).

Su base provinciale l’incremento maggiore di contagi si registra nell’Agrigentino (20 casi), cinque i casi in più in entrambe le province di Palermo e Catania, tre nel Messinese, due nel Ragusano e uno in provincia di Caltanissetta.




Vox

Un pensiero su “Sicilia: oltre metà casi sono arrivati coi barconi, e hanno diffuso il contagio”

Lascia un commento