Migrante molesta commessa: sputi ai militari che lo bloccano

Condividi!

L’uomo, di 78 anni, in Italia senza fissa dimora, è finito in manette. I poliziotti sono intervenuti dopo aver ricevuto una segnalazione: una persona molesta stava creando tensione. All’arrivo, la dipendente di un negozio ha indicato un uomo molto robusto, che si trovava sul marciapiede nei pressi del locale in evidente stato di agitazione.

La donna, molto preoccupata e spaventata, ha raccontato che nel pomeriggio l’uomo l’aveva minacciata di morte. Le aveva anche detto che l’avrebbe aspettata al termine del turno di lavoro. E inoltre aveva puntato il dito contro di lei accusandola di aver telefonato alla polizia. Poi si era posizionato davanti al locale del quartiere Prati in attesa.

Roma, romeno minaccia di morte una commessa e prende a calci i poliziotti


A quel punto i poliziotti si sono diretti verso di lui per procedere alla sua identificazione. Ma il rumeno ha iniziato a sbracciare e ad aggredirli rifiutando di fornire le proprie generalità. Poi, quando gli agenti hanno cercato di calmarlo, l’uomo ha iniziato a sputargli contro minacciandoli di morte e cercando di colpirli con pugni e calci.

Con l’ausilio di un’altra pattuglia intervenuta sul posto, il 78enne è stato bloccato con non poca difficoltà nel quartiere Prati e accompagnato negli uffici di polizia dove è stato arrestato per violenza, minacce, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Vivono in Italia perché beccano la pensione sociale anche senza avere mai lavorato. Se sei comunitario è anche più facile.




Vox

9 pensieri su “Migrante molesta commessa: sputi ai militari che lo bloccano”

  1. Mi pare di ricordare che fosse rumeno anche l’assassino della guardia giurata di quel supermercato Coop di Carasco. Era stato fermato per futili motivi, un furto di cd, e poi forse gli aveva preso l’arma dalla fondina, non ricordo esattamente c’era stato anche un ferimento, forse la cassiera, sono passati molti anni.
    Le cassiere sono esaurite, ne ho incontrato una ieri alla posta che mi confidava che a volte fa il turno di notte, sono rimasta basita perché non credevo aprissero veramente 🤣 credevo fosse più una trovata pubblicitaria. Mi ha rivolto la parola perché eravamo in coda, quasi 100 persone davanti, mi siedo e aspetto… dopo un po’ c’era un silenzio assordante e si leva la mia voce: “ma insomma qua è arrivato tutto il terzo mondo e voi non riuscite nemmeno adeguarvi? Siete in 3 + uno intermittente, chiamate rinforzi!” Ecco che i coglioni si svegliano… “siii” dice uno con un enorme pacco da spedire “é così non se ne può più, siamo qua da ore etc etc”
    Basta una scintilla, vedete?

  2. https://scenarieconomici.it/i-giornaloni-sono-allo-stremo-crollo-drammatico-delle-vendite-fa-sperare-in-un-futuro-migliore/

    spettacolo di articolo, e ottimi commenti quel che dico da tempo gentile Vox Italiae :
    Una cosa che mi stupisce e mi lascia perplesso è la vendita del matto quotidiano che ritengo, a mio parere, un giornale profondamente anti italiano, feroce nelle forme dialettiche ed estremamente carico di odio per comportamenti e situazioni non allineati con la sua ideologia obsoleta e ai loro interessi associati alla magistratura, che è il vero veicolo della società italiana. Speriamo che gli italiani si accorgano di questa stranezza!

Lascia un commento