Ancora sbarchi islamici in Sardegna: più clandestini che turisti

Condividi!

Non si fermano gli sbarchi di clandestini sulle coste del sud Sardegna. Tra ieri notte e questa mattina sono arrivati undici algerini. Durante la notte un barchino con a bordo sette migranti è stato bloccato dalla motovedetta della Guardia di finanza al largo di Sant’Antioco.

Gli algerini sono stati trasferiti in porto e affidati ai carabinieri. Alle 8:30 di oggi altri quattro algerini sono stati rintracciati dai militari dell’Arma al porticciolo di Teulada.

Tutti sono stati trasferiti nel centro di prima accoglienza di Monastir dove gli agenti dell’Ufficio stranieri li identificheranno.

E questi sono quelli che individuano.




Vox

2 pensieri su “Ancora sbarchi islamici in Sardegna: più clandestini che turisti”

  1. Altro che dimettersi! Sta prendendo la rincorsa. Altri politici stanno obbligando la popolazione al coprifuoco. In Belgio è quasi pronta e sembra che in Grecia la seconda ondata (eventualmente se esiste) sia stata portata dai turchi, si sta diffondendo velocemente, così hanno già il coprifuoco serale definito contro la movida ma è dittatura di quella brutta e i negri continueranno ad essere liberi. Sperano di farci suicidare, ma noi “suicideremo” loro.

Lascia un commento