Rom rapina 85enne quasi cieco e lo trascina in auto

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il rapinatore, aiutato da un complice, si è introdotto in casa dell’anziano – 85enne e ipovedente – fingendo di essere un riparatore ambulante di cucine a gas e arrotino.

Una volta dentro gli si è avventato contro, sottraendogli con la forza 450 euro che teneva in mano. Poi lo ha costretto a mostrargli dove teneva i risparmi, nella camera da letto. Infine l’ha trascinato sulla propria auto fino al più vicino bancomat per prelevare altri 500 euro sul conto della vittima.

Una volta finito l’incubo, l’anziano si è presentato al Commissariato di Olbia accompagnato da un parente e ha identificato uno degli autori della rapina. Le forze dell’ordine hanno rintracciato il 32enne rom in un campo nomadi in un Comune della provincia di Nuoro. Dopodiché è stato segnalato alla competente Autorità giudiziaria. Per lui il questore di Sassari ha emesso un foglio di via obbligatorio dal Comune di Olbia, con annesso divieto di farvi ritorno per tre anni, oltre al contestuale obbligo di dimora nel comune di appartenenza. Una beffa, considerato il brutale trattamento a cui è stato sottoposto l’anziano.

L’indagato, 32 anni, è membro di una nota famiglia rom originaria della Sicilia, da anni residente nel sud della Sardegna e i cui appartenenti e affiliati sono stati a più riprese protagonisti di fatti criminosi che hanno punteggiato la cronaca negli ultimi anni.




Vox

3 pensieri su “Rom rapina 85enne quasi cieco e lo trascina in auto”

  1. E’ ma questo è un signor rom, di quelli che se decidono che li hai guardati male spaccano la faccia a te, tua moglie e i tuoi figli piccoli, mica si chiamano Salvini che possono essere incriminati per sequestro di persona.

Lascia un commento