Germania ai piedi di Erdogan: moschea stilizzata su maglia squadra di calcio

Condividi!

Il nuovo logo del Colonia, in cui si nota la sagoma della moschea cittadina , è stato presentato dal club come un omaggio al valore dell’inclusione: l’invasione ora si chiama ‘inclusione’.

Sulla nuova divisa da trasferta della squadra della Bundesliga figura infatti, stilizzata all’interno dello storico simbolo della società calcistica, la sagoma di una moschea. Per il resto, la maglia da trasferta del club appena lanciata si contraddistingue per la sua tinta unica rosa.

Nel dettaglio, sulla divisa incriminata campeggia il logo del club in cui sono disegnate alcune delle principali attrazioni di Colonia: l’antica cattedrale, il fiume Reno e, per effetto della recente e controversa aggiunta, la moschea cittadina.

Quest’ultima è stata inaugurata nel 2018 dal presidente turco Erdogan in persona, dato che, tra i finanziatori del luogo di culto musulmano, vi era anche la Ditib, ossia l’Unione turco-islamica per gli Affari religiosi, una delle più grandi organizzazioni maomettane sul suolo tedesco, sostenuta economicamente e non solo da Ankara.

E la società schifa i tifosi in rivolta:




Vox

2 pensieri su “Germania ai piedi di Erdogan: moschea stilizzata su maglia squadra di calcio”

  1. No, non ora. Si chiama così da anni. Gli altri sinonimi sono diversità e multiculturalismo. Casualmente però sempre per quanto riguarda l’Occidente. Al contrario, se i bianchi andassero a stabilirsi negli altri Paesi sarebbe nuovo colonialismo e invasione. I soliti due pesi per due misure.

Lascia un commento