Altri immigrati positivi a Lampedusa: il contagio arriva coi barconi

Condividi!

Almeno altri cinque immigrati positivi, quattro a Lampedusa che fa parte dell’Asp di Palermo e uno a Messina.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il dato, parziale vista la scarsa estensione dei tamponi a chi sbarca, emerge dal quotidiano report del ministero della Salute e dell’Istituto superiore di Sanità.

Il dibattito sul ritorno del coronavirus vede due fronti contrapposti: chi dà la colpa ai clandestini e chi a vacanzieri italiani di ritorno dall’estero. E’ una diatriba demenziale, visto che l’uno non esclude l’altro. Anzi, entrambi i gruppi stanno riportando il contagio in Italia.

Ed in entrambi i casi è colpa del governo. Primo perché non respinge i barconi, e secondo perché, nonostante il contagio dilaghi in Spagna, Croazia e Grecia, non impongono la quarantena di ritorno. E se si può comprendere il perché non venga fatto con la Francia, visto che loro lo farebbero con noi e i turisti francesi sono parte importante del nostro turismo estero, di certo non lo sono quelli spagnoli, greci e croati: in questo caso si tratta solo di eurofilia.




Vox

2 pensieri su “Altri immigrati positivi a Lampedusa: il contagio arriva coi barconi”

Lascia un commento