SBARCANO TRA I BAGNANTI E FUGGONO: COSI’ DIFFONDONO IL CONTAGIO

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Un barchino con decine di clandestini a bordo è riuscito ad arrivare fino alla spiaggia di Piana Grande a Ribera.

I tunisini non appena toccata terraferma sono scappati, facendo perdere le loro tracce. Solo sei sarebbero stati bloccati dai carabinieri.

A lanciare l’allarme sono stati i bagnanti che hanno, di fatto, assistito all’approdo autonomo.

Sbarchi analoghi – sempre “fantasma” – si sono registrati anche fra Marsala e Mazara del Vallo. Appare pertanto probabile che tutte queste imbarcazioni abbiano seguito, grosso modo, la medesima rotta. Per i due approdi autonomi del Trapanese, nonostante le ricerche, non sono stati trovati migranti. Ieri fino a tarda sera sono proseguite le ricerche di un gruppo che avrebbe viaggiato con una barca in vetroresina, ritrovata a Tre Fontane (Campobello di Mazara) con un motore di 150 cavalli ancora integro. Secondo il racconto di un testimone una ventina di persone avrebbe lasciato il natante sotto costa, facendo perdere le loro tracce nell’entroterra. Un episodio analogo è avvenuto nei pressi di Capo Feto (Mazara del Vallo) nella notte tra lunedì e martedì, con un barchino di 4-5 metri ritrovato a ridosso della costa, da cui si sarebbero allontanate dieci persone.




Vox

Lascia un commento