Ricominciano gli sbarchi a Lampedusa: nuove strutture per 300 immigrati

Condividi!

Dieci tunisini sono sbarcati, stanotte, a Lampedusa. I migranti, dopo la rilevazione della temperatura corporea, sono stati portati all’hotspot di contrada Imbriacola dove si è arrivati a 213 presenze a fronte di una capienza massima prevista non più per 96 persone, ma per 192.

VERIFICA LA NOTIZIA

Come e quando si sia arrivati alla capienza di 192, e non più 96, non è stato reso noto dalla Prefettura di Agrigento. Appare scontato che siano stati ultimati dei lavori su un padiglione. Ma quando questo è avvenuto non è stato specificato.

Le condizioni del mare sono migliorate e non è esclusa una nuova ondata di approdi.

A breve – secondo quanto rendono noto dalla Prefettura di Agrigento – verranno ultimati i lavori di ripristino di un altro padiglione dell’hotspot di Lampedusa che porterà la capacità complessiva a 290 posti.

Insomma, aspettano clienti.

Durante la mattinata è arrivato a Lampedusa un secondo barchino con altri 10 tunisini a bordo. E’ stato il secondo approdo nel giro di poche ore. Anche questo gruppetto, composto tutto da maggiorenni, è stato portato all’hotspot di contrada Imbriacola.




Vox

Un pensiero su “Ricominciano gli sbarchi a Lampedusa: nuove strutture per 300 immigrati”

Lascia un commento