Africana confessa: “Veniamo qui per arricchirci” – VIDEO

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

A casa loro sono benestanti. Investono i soldi di famiglia per venire in Italia a diventare ricchi, come promesso dagli scafisti che ormai li vanno a cercare casa per casa.

➕DENUNCIA SHOCK DA UNA COOPERATIVA➕Sono migranti economici, vengono portati qua con "tanto inganno" credono ci sia lavoro (più quelli che vengono qui già per delinquere, aggiungo io)…quando si accorgono che non è così, non sanno più come tornare a casa, visto i soldi investiti dalle loro famiglie.✔ Alla domanda, crede che sia una bomba ad orologeria questa? La risposta…SÌ ✔BISOGNA FARE I CAMPI PROFUGHI NEI PAESI DI PARTENZA, BISOGNA FARLI PER NOI, BISOGNA FARLI PER LORO….STOP SBARCHI, STOP MAFIA, STOP BUSINESS

Posted by Lucia Borgonzoni on Sunday, August 6, 2017

“Sono migranti economici, vengono portati qua con tanto inganno credono ci sia lavoro …quando si accorgono che non è così, non sanno più come tornare a casa, visto i soldi investiti dalle loro famiglie. Sono una bomba ad orologeria”, questa la confessione ‘choc’ dell’operatrice africana di una coop che fa business con l’accoglienza.

VERIFICA LA NOTIZIA



Vox

6 pensieri su “Africana confessa: “Veniamo qui per arricchirci” – VIDEO”

  1. Comunque, se queste coop dell’accoglienza sanno la verità, perché non si prodigano nel diffonderla? Domanda retorica ovviamente… A me sta bene che la negra ammetta quello che solo i deficienti non capiscono, ma se non si intraprende alcuna azione per evitare di essere invasi da orde di ‘soldati’ che prima o poi daranno in escandescenza di massa contro la popolazione inerme (come già accade in piccolo), allora è l’ennesima conferma che ci state prendendo per il culo. Ormai si sa che ‘qualcuno’ vuole l’invasione, ma fallo capire agli utili…

  2. Non me ne frega nulla se le loro famiglie hanno investito tutti i loro soldi per mandare i loro figli in Europa, non è un nostro problema, peggio per loro. Devono tornare in Africa, punto e basta.

  3. Ridicolo, tornino indietro, allo stato Italiano costano miliardi.
    Fuori dai coglioni.
    Portateli alle varie ambasciate e lasciateli là.
    Fate intervenire i 7000 militari in giro per il mondo a fare il kazzo degli altri e che difendano i confini italiani!!

  4. Sparare agli scafisti a vista, iniziando dalle ong
    AUSTRALIA SIA DI ESEMPIO.
    PER SALVARE LA PATRIA BISOGNA USCIRE DALLE CONVENZIONI INTERNAZIONALI, STUDIATE E PERSEVERATE APPOSTA PER METTERCELO NEL CULO.

  5. Quello che dice la signora è legittimo, ancorchè lapalissiano. Tutti su questa terra cerchiamo di migliorare la nostra condizione – ci spostiamo per andare a lavorare – ma ciò va attuato senza arrecare danno a chi eventualmente ci ospita.
    Anche io sono andato a lavorare all’estero ma avevo delle competenze tecniche che hanno fatto sì che una amministrazione mi ha richiesto ed ho sottoscritto un contratto, prima di partire.
    Il problema è che questi non hanno capacità (skill), li andiamo a prendere per parcheggiarli in strutture alberghiere con oneri cedenti a carico dei cittadini italiani. Dopodichè stante il fatto che questi migranti non sono in grado di procacciarsi un reddito (diciamo pure che non c’è lavoro neanche per gli italiani) si organizzano per delinquere o, se va bene, stanno a bivaccare nei pressi delle stazioni ferroviarie e dei parchi.

Lascia un commento