Turisti francesi vanno in Africa: sgozzati

Condividi!

Sei turisti francesi e due nigerini, rispettivamente guida e autista del gruppo, sono stati uccisi da uomini armati in Niger, nella zona di Kourè. Lo ha riferito il governatore di Tillaberi, Tidjani Ibrahim Katiella, all’Afp. Gli aggressori, secondo le prime informazioni twittate dall’Afp, avrebbero agito in sella a una motocicletta. La zona ospita alcuni tra i maggiori gruppi di giraffe dell’Africa occidentale.

“La maggior parte delle vittime è stata uccisa a colpi di arma da fuoco e una donna che è riuscita a scappare è stata catturata e sgozzata. Sul posto è stato trovato un caricatore svuotato delle cartucce”. Lo riferisce una fonte nigerina, spiegando la dinamica dell’attacco di un commando contro un gruppo di turisti, costato la vita a sei francesi e due nigerini, la guida e l’autista.

“L’attacco è avvenuto intorno alle 11:30 6 km a est della città di Kouré”, che si trova a un’ora di macchina dalla capitale Niamey, ha aggiunto la fonte. “Non conosciamo l’identità degli aggressori ma sono entrati in moto attraverso la boscaglia e hanno aspettato l’arrivo dei turisti. Il veicolo preso in prestito dai turisti appartiene alla Ong Acted”.




Vox

6 pensieri su “Turisti francesi vanno in Africa: sgozzati”

  1. Ecco come vengono ripagati i “compagnucci della parocchietta”.
    Gli operatori delle ONG (con pìe illusioni) vanno lì per fare del bene alla popolazione locale e trovano la morte per mano di criminali, sicuramente islamici.
    Qualcuno (armiamoci e partite!) li ha mandati lì per fare esperimenti sociali e di cooperazione ma pare che questo esperimento non sia riuscito.
    Premesso che io in Niger non ci andrei neanche a pisciare, registro ancora una volta la necessità di sigillare i nostri confini lasciando gli africani al loro destino. Se magari tra un millennio saranno in grado di coesistere tra loro ne possiamo riparlare.

Lascia un commento