Torino, africano molesta anziana e prende a pugni poliziotto: “Non mi puoi arrestare”

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Torino, come tutte le città italiane, in mano agli immigrati. Un africano ha prima molestato un anziano, poi ha aggredito un agente e alla fine ha distrutto la Volante.

L’immigrato era al mercato rionale di Barriera e infastidiva chi girava tra le bancarelle. In particolare aveva preso di mira una donna anziana che stava facendo la spesa.

Presente un poliziotto fuori servizio che ha deciso di intervenire e si è qualificato chiedendo allo straniero di allontanarsi.

Ma l’immigrato, consapevole della totale impunità di cui godono in Italia, ha reagito violentemente, Ha colpito con un pugno in pieno volto il poliziotto, creando il caos. I presenti, invece di intervenire in massa e linciare la bestia, sono rimasti scioccati dalla scena e hanno avvertito le forze dell’ordine mentre lo straniero si dava alla fuga.

E’ stato rintracciato dagli agenti in un bar poco distante. Ma non si stava nascondendo, stava rubando il portafoglio di un cliente che si trovava nel locale per un caffè.

Anche questa volta ha reagito, mentre si trovava all’interno della Volante che lo stava conducendo in Questura, l’africano ha prima spaccato uno dei cristalli dell’auto, poi ha piegato una delle portiere per tentare di fuggire nuovamente. Durante il fermo ha continuato a insultare gli agenti.




Vox

5 pensieri su “Torino, africano molesta anziana e prende a pugni poliziotto: “Non mi puoi arrestare””

    1. Avrà piegato il montante della portiera e quello lo pieghi con una mano, era una tecnica comune dei ladri sulle vecchie utilitarie tipo panda o y10 che erano ancora più sottili.
      Non sono superuomini (manco uomini), solo che se non usi la violenza non li tieni…
      Le auto di oggi poi…puoi sfasciarle a pugni, non come una Volvo 245 che ti rompevi la mano per esempio…

Lascia un commento