Nonna ai poliziotti: “Perché difendete i clandestini: non avete figlie?” – VIDEO

Condividi!

“Il governo ci sta distruggendo, schieratevi dalla nostra parte”

La disperazione di una nonna che non capisce perché le forze dell’ordine non facciano quello che devono fare: ovvero quello che vuole il popolo e non quello che vuole quel traditore di Conte.

Ricordiamo chi c’è dentro la caserma:

IMMIGRATI INFETTI APPICCANO NUOVI INCENDI ALLA CASERMA DI UDINE: VOGLIONO USCIRE




Vox

8 pensieri su “Nonna ai poliziotti: “Perché difendete i clandestini: non avete figlie?” – VIDEO”

  1. Nemmeno una bestia potrebbe essere così laida da fregarsene della propria prole. Infatti non accade, gli esseri viventi di fauna, e persino flora, hanno nel loro dna la salvaguardia dei loro cuccioli/virgulti. Viene da se che chi non rispetta le leggi naturali non è umano.

  2. Orgoglio per la nonnina!! Disgusto per quei porci in divisa completamente indifferenti per le parole giuste e sacrosante della nonna!! Oramai il popolo chiede alle forze dell’ordine una sola cosa , di togliersi quella divisa da milizia italiana, da mercenari , da contractors e gettarla perchè non rappresenta piu una nazione libera ma e sinonimo , oramai , di uno stato totalitario! gettatele ed unitevi al popolo perchè cristo santo voi siete parte del popolo!!!ma oramai per l’uomo che si vende per un piatto di pasta è orgoglioso di vendersi per 1000 e rotti euro! Dalle mie parti gli sbirri stanno multando negozianti e clienti , 1000 e al primo e 500 l’altro , e una merda !! nemmeno il buon senso di estraniarsi dal ruolo di cani da guardia della dittatura sanitaria, anzi lo fanno con cattiveria e con , parole loro , ORGOGLIO ….CHE SCHIFO QUESTI MERCENARI ITALIANI !! VERGOGNATEVI SIETE LA MILIZIA DEL CASALINO GROUP !!!!

  3. La nonna e’ stata bravissima, ha mesi il dito nel a piaga del posto fisso. Basta polizia pagata, bisogna tornare alle milizie di volontari, l’ordine pubblico e la giustizia vanno esercitati direttamente dal popolo, con giurie popolari e ammazzatori di botte!

Lascia un commento