Mentre Conte dice di avere chiuso i porti tunisini sbarcano scortati dalle motovedette – VIDEO

Condividi!

Dopo lo sbarco di oltre 5.500 tunisini in meno di due settimane nella sola isola di Lampedusa, per la prima volta Conte parla di sbarchi. E promette, come un bambino, che finiranno.

“Non possiamo tollerare che si entri in
Italia in modo irregolare” e “non pos-
siamo permettere che i sacrifici” fatti
per la crisi Covid “siano vanificati”.
Così Conte da Cerignola, Foggia.

“Dobbiamo intensificare i rimpatri”, ha
aggiunto. “Stiamo collaborando con le
autorità tunisine e sono contento che
il presidente Saied abbia visitato Sfax
e Mahdia, i due principali porti da cui
partono i clandestini,per rafforzare la
sorveglianza costiera”.”Non si entra in
Italia in questo modo,soprattutto in
questo momento,saremo inflessibili”.

Non puoi tollerare? Ti perculano in ogni modo possibile. Sbarcano dove, come e quando vogliono. Rubano auto e rapinano donne appena sbarcati. Vengono scaricati da pescherecci tra i bagnanti terrorizzati.

E mentre lui parla, a Lampedusa:

Sono nelle ultime ore si sono contati altri otto sbarchi per un totale di 200 clandestini. Alcune imbarcazioni sono arrivate in modo autonomo, altre sono state soccorse dalla Guardia Costiera. Ad ora, nel centro d’accoglienza dell’isola ci sono 1.050 immigrati, quando la capienza è dieci volte inferiore. Per ovviare alla situazione, il governo ha messo a disposizione una nave da usare per la quarantena, che dovrebbe arrivare domani, martedì 4 agosto. Questa:

La nave che ospiterà i tunisini in quarantena: crociera di lusso – VIDEO

Pagate voi.

Sei un cazzaro e vai rimosso con la forza. Con l’uso sproporzionato della forza. Avessimo un’opposizione con gli attributi, il tuo palazzo sarebbe già circondato dalla folla furiosa. Senza mascherina.




Vox

Lascia un commento