Bimba di 8 anni stuprata centinaia di volte dai musulmani perché ‘infedele’

Condividi!

LE AVANGUARDIE DELLA BOLDRINI

Pochissime prigioniere ‘infedeli’ liberate dallo Stato islamico che sono arrivate in Germania: pochissime, perché solo gli islamici sono arrivati come richiedenti asilo.

Delle 296 donne che vivono in Germania, e vengono aiutate dal dottor Jesidin, circa 230 (78 per cento) ha affermato di essere stata violentata nello Stato islamico (IS). Quaranta donne (13,5 per cento) hanno dichiarato di essere rimaste incinte dopo essere state violentate dai musulmani.

Ognuna di loro è stata violentata almeno 20 volte, secondo lo studio condotto dallo scienziato yazida Jan Ilhan Kizilhan. Durante la prigionia islamica, ogni donna era spaventata a morte. Circa 300.000 yazidi hanno vissuto nei campi profughi negli ultimi cinque anni. Lasciati a se stessi e alle loro esperienze traumatiche. Curioso che siano stati i carnefici ad arrivare in Europa e non le vittime.

Nonostante la maggioranza ritenga impossibile vivere in pace con i musulmani in Iraq e tornare ai loro insediamenti in rovina. Perché a perseguitarli sono stati i normali islamici, non solo quelli di ISIS. Insomma, quelli che noi chiamiamo ‘immigrati’ e pensiamo, follemente, di integrare.

Lo psicologo Jan Ilhan Kizilhan racconta: “La bambina più piccola che ho esaminato aveva 8 anni. Era stata 8 mesi nelle mani dell’ISIS, venduta 10 volte. Nel periodo di 8 mesi è stata violentata centinaia di volte.”

Da notare che queste vicenda ricordano, terribilmente, quanto avvenuto in questi decenni in Inghilterra con gli stupri etnici: a dimostrazione che anche in Europa è in corso una guerra di conquista.

Gli stupri etnici di Rotherham: 1.500 bambine bianche stuprate da gang islamiche

Gli yazidi e i cristiani erano gli abitanti originari di quelle zone. Poi sostituiti dagli immigrati musulmani arrivati al seguito della conquista araba. Ricorda qualcosa?

Tra qualche decennio, se non li fermiamo ora, le nostre nipoti vivranno gli stessi orrori. Noi siamo gli ultimi che possono evitarlo.




Vox

4 pensieri su “Bimba di 8 anni stuprata centinaia di volte dai musulmani perché ‘infedele’”

  1. Io non mi lascerò dietro nessuno perché per fortuna non ho mai sentito il desiderio di riprodurmi, ma in quanto bianco e persona decente mi sento comunque ribollire il sangue. L’Occidente ha deciso di suicidarsi e non c’è niente che si possa fare.

  2. Sono molti, la maggior parte purtroppo, quelli che non sentono il desiderio di lasciar prole dietro di se e questo non è come vogliono far credere, solo una questione economica, gli italiani istintivamente percepiscono il pericolo che incombe e non vogliono esporre a rischi concreti altri innocenti. Un alto senso civico per un neonato che non nascerà mai, ma comunque e sorprendentemente già molto amato.

  3. Visto che amano stuprare per i messulmaniemmerda la scelta migliore é il metodo di Vlad terzo, l’impalamento!Erigere foreste di mussulmerde impalati e cone Vlad, pranzerei volentieri davanti a loro osservandone il godimento con un palo nel culo e il loro stesso peso che lo fa salire.

Lascia un commento