Le Regioni che il governo ha riempito di migranti positivi: Toscana, Piemonte, Basilicata, Molise, Lazio

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Il piano del governo è chiaro: sparpagliare gli immigrati infetti in tutta Italia per diffondere il contagio e giustificare il prolungamento dello stato di emergenza e, magari, anche l’annullamento delle imminenti elezioni regionali.

Altri 19 immigrati positivi al Covid sono stati inviati da Lampedusa al Centro temporaneo di permanenza di Torino. Il trasferimento, tra l’altro, ha creato disordini e un carabiniere è rimasto ferito.

In Toscana, a Livorno, cinque immigrati restano ricoverati nel reparto Covid dell’ospedale. Ricordiamo che i pazienti, per sfuggire ai controlli, si erano tuffati nelle acque del porto da una nave traghetto proveniente da Malta.

Nelle ultime ventiquattro ore a Lampedusa, si sono verificati ben otto sbarchi. Centinaia di immigrati. L’hotspot ne contiene 950. Un numero enorme, che ha spinto il sindaco locale, Totò Martello, a chiedere il loro trasferimento. La Prefettura di Agrigento ha quindi informato che 170 di loro finiranno a Porto Empedocle, ad Agrigento. Nel frattempo, a Palermo, al San Paolo Hotel, alcuni tunisini, in quarantena, sono fuggiti.

In Basilicata ci sono da segnalare i 37 bengalesi positivi al Covid e un clima molto teso. Nel Lazio lo scenario è stato descritto dalle parole dell’assessore alla Sanità Alessio D’Amato: “Registriamo 18 casi e zero decessi. Di questi 4 provengono da altre Regioni e 5 sono casi di importazione: un caso del Bangladesh, uno da Albania, uno dalla Moldavia, uno dal Pakistan e uno dalla Polonia”. In tutto sono quasi 400 i migranti trasferiti in loco dalla Sicilia. In Molise troviamo invece 171 immigrati provenienti da Lampedusa; due di loro sarebbero risultati positivi al coronavirus.

“Ci auguriamo che siano adottate tutte le misura di sicurezza necessarie, compresi i controlli sanitari a tappeto, nei confronti di tutti quei migranti che da alcuni giorni risiedono nei centri di accoglienza della nostra Regione. Se sorgeranno nuovi focolai, il presidente di questa Regione insieme al nostro governo saranno i principali responsabili per aver riportato la pandemia nel Lazio”. È quanto afferma Daniele Giannini, consigliere regionale della Lega, che aggiunge: “Ben 70 di questi sono stati trasferiti a Rocca di Papa. Chiediamo all’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, di fornirci dati certi su tamponi effettuati ed eventuali casi riscontrati. Far finire nuovamente Rocca di Papa in zona rossa per colpa del PD e di Zingaretti che spalanca i porti e importa il coronavorus e che per queste ragioni sarebbe perseguibile di denuncia, comporterebbe la rivolta e la protesta di tutti i residenti di quel comune già esausti dal recente lockdown subito” – così in una nota Daniele Giannini.




Vox

5 pensieri su “Le Regioni che il governo ha riempito di migranti positivi: Toscana, Piemonte, Basilicata, Molise, Lazio”

  1. > Imhotep.
    Sbagli. L’italiano viene contagiato dal negro che arriva infetto perchè non è mai stato curato al suo paese di merda dove non ha mai fatto un vaccino uno, quando era piccolo. Ora arriva e infetta l’italiano. Quindi il rapporto è 6/6 !

    1. Va bene anche il tuo ragionamento, volevo sottolineare che se non avessimo la circolazione virale dei clandestini, forse avremmo potuto sterilizzare l ambiente. Se il virus no trova ospite, muore nell ospite precedente dopo un tot di giorni. Ma se “pompiamo” la “popolazione” virale con altri massicci ingressi di virus “fresco” (clandestini) non ne usciremo in estate e il livello di circolazione virale sarà pronto per la ripresa autunnale. Se avessimo avuto “solo” il quantitativo residuo italiano, potevamo arrivare a. covid free…ma cosi addio pieni poteri alla cricca.🇮🇹

Lascia un commento