Città d’arte perdono 34 milioni di presenza turistiche nel 2020

Condividi!

Se tutto va bene per le città d’arte se ne riparla nel 2022. Se tutto va bene.

Le grandi città d’arte italiane non riescono a ripartire dopo l’emergenza coronavirus. A lanciare l’allarme è Confesercenti, che sottolinea come l’assenza dei turisti stranieri stia mettendo in ginocchio l’economia dei grandi centri storici. In particolare Roma, Venezia, Firenze, Torino e Milano, che insieme valgono oltre un terzo del turismo italiano, si apprestano a perdere nel 2020 quasi 34 milioni di presenze turistiche dall’estero.




Un pensiero su “Città d’arte perdono 34 milioni di presenza turistiche nel 2020”

Lascia un commento