Migrante molesta italiano e viene steso: “fancul*, figlio di puttan*” – VIDEO

Condividi!




7 pensieri su “Migrante molesta italiano e viene steso: “fancul*, figlio di puttan*” – VIDEO”

  1. Rompe i co***ni e poi pretende che quello non gli spacchi la faccia? É la loro natura, quella dei ne(g)ri, di molestare la gente, perché sono convinti che siccome stanno in mezzo a noi gli dobbiamo dare confidenza per forza.

    Quante volte mi è capitato che un ne(g)ro, uno di questi soliti venditori di merce taroccata che gira per strada, mi disturba dicendomi “ciao amico”, nemmeno lo calcolo, perché non mi abbasso a rivolgere la parola a un elemento del genere.

  2. Questi negri di merda impestano ogni angolo e rompono il cazzo, non basta quanto ci costano x colpa di una manica di merde ideologicizzate e ladri, vogliono soldi!Io li spedisco e comunque se li fissi scandendogli un no che equivale a stronzo t’ammazzo si ritirano.

  3. In Congo ci apprestavamo a consegnare gli impianti di raffinazione al cliente.Vivevamo dentro delle villette che la società aveva costruito non essendoci altre strutture edili atte ad accoglierci…Quando ce ne andammo ne presero possesso i decolorati.Nel giro di qualche settimana le hanno distrutte,le hanno rese dei letamai e se ne sono tornati a vivere nelle capanne fatte con paglia e fango mescolata con merda di elefante.quando c’era il sottoscritto in quei villaggi sorti a ridosso dell’area industriale erano botte e ci scappava regolarmente il morto ammazzato a colpi di machete giorno e notte.Questa è la loro vita,fatta di violenza,soprusi,e indigenza.Inutile.I primati,del resto non si possono civilizzare.Sarebbe come se il contadino andasse a seminare il grano sul granito.

  4. giao amigo! idaliano filio butana! bum e una fracassta di mma into o cvlo PITECO infame! i peggior pitechi i politic, la task force o detta anche froc forze, i vecci recciuni del coglionequotidiano , i malati di testa del post, fuffintpost, wired, vice e tutti si bimbiminkia merda che amano essere sodomizzati dalla razza negroide

Lascia un commento