Sommossa dei migranti infetti contro la quarantena: infermeria distrutta a Treviso

Condividi!

Non vogliono stare in quarantena, hanno impegni lungo le strade cittadine.

VERIFICA LA NOTIZIA
Ancora violenze all’ex caserma Serena, che il governo Pd-M5s ha di nuovo trasformato in centro accoglienza e dove 133 dei 293 clandestini accolti sono risultati positivi al Covid.

I clandestini hanno distrutto l’infermeria lanciando una brandina, dei mobili e un computer per manifestare il loro rifiuto di sottoporsi alla quarantena obbligatoria imposta da Zaia.

La tensione è nata dalla decisione di bloccare all’interno della struttura tutti i migranti, non solo quelli risultati positivi ai tamponi svolti dagli operatori dell’Usl 2.

Zaia: “Un gran pasticcio, va trattato da zona rossa”.




4 pensieri su “Sommossa dei migranti infetti contro la quarantena: infermeria distrutta a Treviso”

  1. zaia sei un coglione, te lo avevo detto, le scimmie col cazzo stanno al gabbio… te vai dai loro fratelli negri compra un quintale di droga, drigali li netti in un aereo dell africa negra e rispedisvili a casa loro, se non li fanno atterrare e li rimandali in italia chiedi agli americani di aviano e ci pensano loro

  2. zaia sei un coglione, te lo avevo detto, le scimmie col cazzo stanno al gabbio… te vai dai loro fratelli negri che spacciano alle puttanelle trevigiane, compra un quintale di droga, drogali li metti in un aereo dell africa negra e rispediscili a casa loro, se non li fanno atterrare e li rimandano in italia chiedi agli americani di aviano e ci pensano loro

  3. Speriamo che Zaia rifletta, basta veramente poco per bloccare l’ingranaggio scassato e arrugginito del governo. Dichiari la zona rossa, applichi le cervellotiche regole del governo dell’emergenza sanitaria contro esso stesso. Ha 130 e più malati del terribile coronavirus? Chiuda tuttonil Veneto!!! Il PIL deve andare sottozero porca miseria, basta che poi la colpa se la prenda Conte, ovvio.

Lascia un commento