Il 30 luglio islamici sgozzeranno migliaia di animali vivi a Milano: protesta animalisti e Lega

Condividi!

A pochi giorni dalla celebrazione della festa islamica del sacrificio il consigliere comunale milanese Gabriele Abbiati (Lega) chiede con un interrogazione al sindaco di Milano di sapere se il comune di Milano ha pensato di controllare ed eventualmente vietare e punire le macellazioni clandestine di animali che in Italia sono vietatissime.

“Si tratta di una richiesta legittima e seria- scrive a Vox Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA – purtroppo durante questi festeggiamenti islamici sono uccisi per sgozzamento migliaia di animali molti dei quali in maniera illegale nelle case e nei giardini anche in una città come Milano provocando loro la morte tra dolori indescrivibili, quindi pur rispettando il diritto di ciascuno di festeggiare secondo le proprie convinzioni religiose riteniamo sia giunto il momento di far rispettare le leggi in maniera severa specialmente quelle che provocano la sofferenza e la morte degli animali, lo stesso principio-conclude Croce- vale anche per le uccsioni illegali degli agnelli per la pasqua cristiana”.




Vox

4 pensieri su “Il 30 luglio islamici sgozzeranno migliaia di animali vivi a Milano: protesta animalisti e Lega”

  1. Si preparano per sgozzare i capretti a due gambe….. 😠😠😠😠😠Comunque loro le regole igieniche e sanitarie non le rispettano. Ricordiamo per loro la regola è solo ed unicamente il corano, tutto il resto è spazzatura. Ci sono alcuni di loro che rispettano le nostre regole, ma giustificano l’atto come tradizione ed in quanto tale, va rispettata.
    Anche noi macelliamo gli animali, ma con regole ben precise e rispettando “il benessere animale” che culmina con la non sofferenza dell’animale durante la macellazione.

Lascia un commento