Bus gratis ad anziani, Padre Zanotelli contro Lega: “Sbagliato, prima ai migranti, ripopolare Trentino con africani”

Condividi!

Secondo il presunto prete il bus gratis deve essere destinato ai migranti e non agli anziani. E il Trentino va ripopolato con africani.

VERIFICA LA NOTIZIA
In Trentino, appena insediatosi, il presidente leghista ha fatto questo:

Trento, via tessere bus gratis a 1.800 immigrati: date agli anziani italiani!

La cosa non piace a tutto quel cancro culturale e politico che passa sotto il nome di ‘sinistra’. Tra gli insoddisfatti anche il noto Alex Zanotelli, prete per interesse.

Il religioso camboniano si è stupito della decisione della Giunta della Regione autonoma di permettere la fruizione gratuita degli autobus solo agli anziani over 70 e non più agli extracomunitari.

Lo ha detto nel corso di una lunga e delirante intervista al Corriere del Trentino, dove auspica la ripopolazione della regione con i migranti. Un vero e proprio progetto di sostituzione etnica che, in tempi normali, porterebbe il genocida dritto in carcere.

“Sono rimasto colpito dalla vicenda dei bus: togliere la gratuità dei viaggi ai richiedenti asilo per darla agli anziani che non ne hanno necessità”, ha tuonato padre Alex Zanotelli.

Mica tutti hanno l’autista pagato con l’8 per mille. Ripopoliamo la testa di questo personaggio in cerca di pubblicità.




Vox

8 pensieri su “Bus gratis ad anziani, Padre Zanotelli contro Lega: “Sbagliato, prima ai migranti, ripopolare Trentino con africani””

  1. Durante il fascismo, alla benemerita opera di Tolomei si accompagnò l’esigenza di far affluire italiani in Alto Adige per confermarne l’italianità minata dalle politiche coloniali operate negli ultimi due secoli dall’austria.
    Si ebbe però l’accortezza che funzionari, militari, forze dell’ordine, operai delle imprese pubbliche nascenti, fossero scelti in prevalenza tra lombardi e veneti, ritenuti a ragione più affini ai trentini, e quindi si avesse una minore opposizione al loro insediamento che si fossero fatti immigrare campani, calabresi e siciliani.
    Ora sembra si adattino ai subsahariani.

  2. In Galles dove vivo é ormai da oltre 30 anni che gli over 60 no 70 hanno il Bus gratis ma non solo per la cittá di residenza ma per tutta La Nazione del Galles voi vi chiedete cacchio ma come fanno…ci rimettono. Andatelo a chiedere a coloro che hanno negozi e altro e cosa vi diranno. A parte il caring della Nazione verso i suoi vecchietti ma oltretutto perché portano oltretutto business spendono di piú i caffé i pubs le compagnie di pullman sono molto contenti di loro . Senza i vecchietti gli Autobus viaggerebbero quasi vuoti durante le ore di lavoro praticamente sono solo vecchietti che viaggiano. Una mentalitá retrograda quella degli Italiani e se questo Sindaco ha deciso cosí ne potrá solo essere contento lui e tutti i negozi e i proprietari degli autobus, Fossi lui abbasserei l’etá a 60 come qui. Purtroppo questo prete ha il cervellino molto insabbiato….Ben altro sono i suoi interessi

  3. L’imbecille con tonaca si è fatto sfuggire l’obiettivo reale della sinistra: sostituzione etnica.
    Da 60 anni il governo (con l’aiuto dei sindacati) paulatinamente mette le mani sull’unica ricchezza italiana, il lavoro, nazionalizzando anche attraverso criminali asfissie l’industria: è stato evidente con l’EGAM, o con il contenzioso per la SIR-Rumianca di Nino Rovelli, o l’assassinio di Raul Gardini con il passaggio Montedison-ENIMont.
    Scopo? Controllare le tasche degli italiani. E quindi dominare il popolo.
    E così hanno obbligato a lavorare marito e moglie, e non avere un reddito sufficiente per mantenere dignitosamente due figli.
    Adesso incolpano gli italiani per il calo delle nascite.
    Oltre a ciò sanno che la sinistra, in tutto il pianeta, ha un nuovo indirizzo: la trovate in Via di Estinzione, anche nelle Banana Republic.
    Per questo contano sul voto degli immigrati per perpetuarsi nel potere.
    Meditate gente.

  4. Le stupide ed arroganti parole di questo svalvolato talare, conferma il giusto ed avveduto atteggiamento della gente, che non li segue più. Le loro continue interviste non fanno numero, anzi fanno il deserto, come la piazza San Pietro, sempre più vuota, a conferma che la gente non si fa prendere per il naso. Alla fine saranno sempre più soli. E purtroppo si avvererà la fine della Chiesa di cui si parla tanto. Ma con questi soggetti come si fa? Andrebbero rieducati, così come faceva Mao. O mandati i Siberia come Stalin. Se la gente è più materialista è grazie all’esempio dei vari zanottelli. Non danno speranza ma la tolgono, ovvero quello che fa un certo Bergoglio. Dio è un’altra cosa e non sta dalla parte dei Zanottelli e Bergoglio.

  5. Certo, ai migranti diritti in automatico, ai nostri anziani che con il loro lavoro e sudore nei decenni scorsi hanno creato il boom economico e reso l’Italia una potenza industriale, sti ca**i. Non solo sono dei fanatici convinti che agli africani tutto è dovuto, ma nemmeno capiscono che i diritti sono conseguenza dei doveri, e si ottengono in base a criteri meritocratici. Ma questo talato che è portatore di un Cattolicesimo contraffatto e contaminato da giacobinismo, marxismo e progressismo ( come del resto la Chiesa cattolica post-CVII, in particolare quella bergogliana), gli sfugge il fatto che la dottrina cattolica è di per sé meritocratica, perché premia i meritevoli e soprattutto gli onesti.

  6. A Trento i preti usano i collegi usati per gli studenti l’estate per ospitare pullman di turisti, visto con i miei occhi.
    Ma i soldi che prendono, li prendono in nero?
    Chi siamo noi i coglioni che pagano le tasse!!

Lascia un commento