In arrivo altre 4 navi quarantena: 4 milioni per mandare in crociera i clandestini infetti

Condividi!

Navi quarantena a peso d’oro. Per ogni migrante 4800 euro al mese

Ecco dove finiscono i soldi che vengono donati alla Protezione Civile per “combattere l’epidemia di coronavirus”: in crociere per clandestini.

Il Pd e il M5s hanno scovato un nuovo business con cui finanziare chi poi finanzia Pd e M5s. Pensate alla Moby Zazà, quasi ‘obbligata’ a diventare nave quarantena. E ora vogliono un’intera flotta.

Oltre quattro milioni di euro (più Iva) per 285 posti letto. Circa 40 mila euro al giorno per 101 giorni di contratto previsti dal bando. Cioè circa 160 euro al giorno a migrante, ovvero circa 4.800 euro di spesa mensile per ogni ospite a bordo. Il tutto, ovviamente, rinnovabile.

L’armatore della Moby Zazà non ha prolungato il contratto e non ospiterà più migranti, perché ad agosto la nave servirà a traghettare turisti. Quelli coraggiosi che saliranno su una nave che è stata per mesi lazzaretto di immigrati infetti.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il bando, pubblicato ieri dalla Protezione Civile, si concretizzerà in un contratto in pochi giorni. La procedura è di quelle abbreviate, tipica del periodo emergenziale. A questo serve lo Stato di Emergenza: a trovare navi da crociera per i fancazzisti che il governo traina in Italia.

Poi entro 24 ore dalla stipula del noleggio l’armatore dovrà far arrivare le navi sulla costa meridionale della Sicilia, pronte ad ospitare i migranti appena sbarcati. Non hanno alcuna intenzione di terminare il traffico di clandestini, vogliono renderlo strutturale.

I mezzi, in base all’allegato tecnico, tra le altre cose dovranno essere in grado di effettuare trasbordi, avere cabine sufficienti a ospitare 250 migranti (possibilmente a uso singolo), un’area controllata di confinamento per almeno dieci migranti con sintomi da Covid-19 e la disponibilità di dieci cabine singole (con bagno indipendente) per i 35 operatori responsabili dell’assistenza sanitaria. La scadenza del contratto è prevista per il 31 ottobre, salvo proroghe o cessazione anticipata dello stato di emergenza. Costo totale dell’operazione per 101 giorni: euro 4.037.475,00 oltre Iva. Di cui 3 milioni per il noleggio e 1 milione da versare in “in funzione del numero di migranti effettivamente ospitati”.

“I cittadini italiani, molti dei quali senza reddito, senza forme di sostegno, con le loro tasse sono costretti a spendere, per soli 250 immigrati, 40mila euro al giorno”, attacca l’on. Paolo Grimoldi, segretario della Lega Lombarda. “Ricordiamo che questi clandestini spacciati per profughi provengono principalmente da Tunisia e Bangladesh dove da oltre mezzo secolo non si combattono guerre: sono migranti economici che non hanno alcun requisito per ottenere una forma di protezione”. Duro anche il commento di Matteo Salvini: “Da una parte, il governo abbassa le multe per le Ong che trasportano clandestini in Italia (rendendole meno salate di una sanzione in autostrada) – dice il leader – dall’altra mette 4 milioni più Iva per noleggiare navi per l’accoglienza. Anziché cancellare i Decreti sicurezza, Pd e 5Stelle dovrebbero applicarli per difendere i confini”. I dati intanto dicono che dall’inzio dell’anno sono approdate 9.706 persone, contro i 3.186 dello stesso periodo di un anno fa. “Per ora parliamo di 250 immigrati – conclude Grimoldi – ma ne sono arrivati quasi 10mila e da qui alla fine dell’estate questa cifra sarà destinata a quintuplicarsi a stare bassi. Provate a calcolare 160 euro al giorno per 70 o 80mila immigrati…”.




3 pensieri su “In arrivo altre 4 navi quarantena: 4 milioni per mandare in crociera i clandestini infetti”

  1. Purtroppo i nostri leaders (due, il terzo è ondivago quanto imbolsito e non si sa più da che parte stia) almeno finora si sono limitati a sterili critiche tipo aria fritta, qualche proclama e un paio di educate manifestazioni popolari, lasciando ovviamente il tempo trovato.
    Ma ce l’hanno il carattere o sono solamente tutte chiacchiere e distintivo?!
    L’Italia – ovviamente esclusa la sparuta minoranza di rossaglia e compari – ha bisogno ormai urgentissimo che facciano un salto ad Hong-Kong a vedere come sono le vere reazioni popolari alle vessazioni delle dittature, vere o mascherate, oppure di capitani con una grinta ben diversa!

  2. Questi non hanno capito un cazzo che sia uno….Mettere questa merda tutta insieme su un barcone equivale ad impestarli tutti quanti.Metterli rinchiusi,come da idee bislacche di certi personaggi,in hotel o caserme dismesse,equivale ad impestare ancora meglio gli italiani.Zio porco stramaledetto ma una denuncia per PROCURATA EPIDEMIA nei confronti di Mezzatacca e quell’altra amica sua MAI?

Lascia un commento