Ondata di immigrati positivi: governo a caccia di palazzi dove metterli, requisizioni

Condividi!

Si parla del reperimento di una seconda nave da trasformare in centro Covid; nelle ultime ore circola anche l’ipotesi di utilizzo dell’ospedale militare del Celio, o del centro sportivo della città militare della Cecchignola a Roma. Ma in questo scenario dell’emergenza innescata dall’arrivo di migranti risultati positivi al coronavirus, in Sicilia prima e poi in Calabria (con proteste dei due governatori del centrodestra), può finirci anche il Cara-Cpr di Brindisi, dove è già iniziato il trasferimento in altre sedi degli ospiti del Cara.

Non è chiaro, e non emerge dalle notizie disponibili, se i contingenti di migranti in arrivo siano già stati sottoposti al test Covid-19. Analizzando le informazioni delle ultime ore sulla ricerca di soluzioni per collocare i 28 migranti pakistani positivi scoperti tra i 70 sbarcati a Roccella Jonica, non dovrebbero essere loro i nuovi ospiti del Cara di Restinco, ma gli altri compagni di viaggio, e comunque aliquote provenienti dai recenti salvataggi condotti anche dalla nostra Marina Militare oltre che dalle navi delle Ong.

Tuttavia non ci sono comunicazioni ufficiali in merito, ma l’attività di trasferimento altrove dei migranti già ospitati al Cara di Brindisi sottolinea che si sta predisponendo la struttura per fare, come tante altre volte, da centro di smistamento per il fronte degli sbarchi. In tal caso sarà necessario dotare di dispositivi di protezione individuali adeguati (tute, mascherine, guanti) sia il personale di polizia che quello militare preposto alla vigilanza, ma anche gli operatori della cooperativa sociale che si occupa dell’accoglienza e dell’assistenza per conto della Prefettura di Brindisi.

La verità è che questo governo di deficienti non sa che pesci pigliare. E che con gli sbarchi a livelli pre-Salvini, presto saremo inondati da infetti che non sapranno – già ora non sanno – dove mettere. Li metteranno ovunque. E dilagheranno nelle città. A contagiare.

Come già sta avvenendo:

ROCCELLA JONICA, POSITIVI 25 POLIZIOTTI DOPO SBARCO MIGRANTI INFETTI

Pronti a requisire:

A questo serve il prolungamento dello Stato di Emergenza. A requisire la proprietà privata:

PIANO CONTE PER OSPITARE IMMIGRATI INFETTI OVUNQUE: REQUISIZIONI

Vedrete, toccherà anche alle seconde case.




2 pensieri su “Ondata di immigrati positivi: governo a caccia di palazzi dove metterli, requisizioni”

Lascia un commento