Giornalista confessa: “Ci impediscono di dire la verità sull’invasione degli immigrati”

Condividi!

Un articolo del Giornale parla di un tema che abbiamo affrontato spesso: i giornalisti non possono dire la verità sull’invasione in atto. Vengono boicottati dal loro stesso ‘ordine’ che intrallazza con Soros.

L’Ordine dei giornalisti ha siglato un nuovo protocollo con l’Associazione Carta di Roma, ente che riceve supporto dall’Open Society Foundations del finanziere George Soros.

L’immigrazione dovrà essere trattata e raccontata giornalisticamente secondo i dettami e le regole del politicamente corretto. Nei giorni scorsi, come riporta La Verità, che cita il comunicato ufficiale, è stato infatti siglato un protocollo d’intesa a Roma, presso la sede del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei Giornalisti, dal presidente del Cnog Carlo Verna, dal direttore dell’Unar Triantafillos Loukarelis e dal presidente dell’Associazione Carta di Roma Valerio Cataldi che si pone l’obiettivo di “collaborare in ambito nazionale e internazionale su attività di reciproca formazione allo scopo di aggiornare ed arricchire la preparazione professionale per gli iscritti all’Ordine dei Giornalisti e per gli operatori della comunicazione sul fronte dei temi del razzismo, della xenofobia e delle discriminazioni”.

Sono tutte organizzazioni non democratiche che vogliono imporre un discorso pro-invasione. E usano bastone e carota su giornali e giornalisti. In pratica, quello che leggete sui giornali non è la verità sull’immigrazione, ma è quello che Soros vuole che leggiate. E pagate anche per leggerlo. Scemi.

Se scrivi che l’immigrazione è buona, ti finanziano e pubblicano i tuoi libri. Se scrivi che è cattiva, ti boicottano e fanno intorno a te terra bruciata.

Per questo è così bello essere contro l’immigrazione. Non solo perché è giusto, ma anche perché è molto più eccitante essere dalla parte dei ribelli che non si piegano né al bastone né alla carota.




Vox

9 pensieri su “Giornalista confessa: “Ci impediscono di dire la verità sull’invasione degli immigrati””

  1. Essere la classica “nave pirata” sembra avere poco appeal, al giorno d’oggi sono pochi i salmoni…o forse tanti ma codardi. Perché nessuno vuole manifestare il suo dissenso nelle strade? Mi sono offerta più e più volte di insorgere, di uscire alla luce del sole dicendo semplicemente: io non ci sto! Questa società fa schifo. Il governo è una dittatura. Non vogliamo invasioni straniere. Sono cose che la maggior parte del popolo pensa ma non hanno il coraggio di dirlo ad alta voce perché non c’è nessuno che incomincia a ribellarsi. Basterebbero 2 o 3 persone per con un minimo di coraggio, il resto verrebbe da se.

    1. Da open society, si trasformerà in open Italy to invasion, a poco a poco, ci stanno trasformando tutti, con le buone o con le cattive, in base a progetti satanici. Ci vogliono rendere una sorta “di frullato globale” per manipolarci come vogliono ed alla fine renderci ovviamente loro schiavi.
      Abbiamo lottato 1945 anni per ottenere l’indipendenza e poi nel giro di un decennio, accettiamo la sudditanza? Qui più “che andarli a prendere” bisogna prendere dei provvedimenti seri. Seri, non come il ministro della salute e tutti i suoi amici.

  2. Da open society, si trasformerà in open Italy to invasion, a poco a poco, ci stanno trasformando tutti, con le buone o con le cattive, in base a progetti satanici. Ci vogliono rendere una sorta “di frullato globale” per manipolarci come vogliono ed alla fine renderci ovviamente loro schiavi.
    Abbiamo lottato 1945 anni per ottenere l’indipendenza e poi nel giro di un decennio, accettiamo la sudditanza? Qui più “che andarli a prendere” bisogna prendere dei provvedimenti seri. Seri, non come il ministro della salute e tutti i suoi amici.

  3. Il problema Lavinia è che purtroppo la gente, almeno qui nella godereccia Emilia, non so in Liguria, cade nel qualunquismo, gettando la spugna, dicendo le solite frasi, del tipo che”non si può fare niente, sono tutti uguali, ” ma non hanno il coraggio di ribellarsi con la testa.
    In compenso se tu hai un’idea diversa da loro oppure hai il coraggio di dire le cose come stanno e che anche loro pensano, ti guardano in maniera strana, deviando il discorso, perché hanno paura di essere criticati, come se avessero dietro “l’angelo della morte”. Questo è razzismo psicologico, che in qualche modo tiene incatenata la gente.
    Inoltre come dice un mio familiare, la gente non è ancora alla fame.

  4. Gentile Vox, come mai io vi cerco su duckduckgo e tieh esce fuori “Chi c’è dietro Vox”
    piu che altro bsogna dire : il nuovo sovietimo leninista di Google, FB, youtube etc ect … del resto queste cose le dicevano 10 anni fa i penta betrayal ! ora inveece so amici di merende di chi prima combattevano sui a-social!

  5. il nostrano “Ordine Professionale dei Giornalisti” è solo una delle non poche incivili pagliacciate italiane. deriva dal Fascismo, e si guardarono bene dall’abolirlo, anzi…venne rafforzato con un’apposita Legge. perché non anche un Ordine Professionale degli Scrittori e dei Poeti e dei Pittori ?

  6. occorre tuttavia ricordare che parecchi anni fa, se non ricordo male i Radicali proposero di abolire il grottesco “Ordine dei Giornalisti” con un apposito e sensato Referendum Popolare. esito = Referendum fallito perché la maggior parte dei Cittadini non andarono a votare…… ( troppo intelligenti e informati ! )

Lascia un commento