Polonia, ufficiale: anti-UE Duda confermato presidente

Condividi!

Il presidente polacco Andrzej Duda ha vinto le elezioni, conquistando il 51,21% dei voti mentre il suo avversario Rafal Trzaskowski ha ottenuto il 48,79%. Lo ha reso noto la commissione elettorale nazionale, con lo spoglio arrivato al 99,7%.

Il sovranismo sta bene e lotta insieme a noi.




Un pensiero su “Polonia, ufficiale: anti-UE Duda confermato presidente”

  1. Bene, ma questi sovranisti dell’est non mi stanno molto simpatici per diversi motivi. Sono slavi e gli slavi hanno la tendenza millenaria a spingere verso occidente i propri confini. Quelli della Polonia sono a dir poco insultanti sull’Oder Neisse da cui si discosta non al di là, ma addirittura al di qua per comprendere la grande città di Stettino che cosa abbia mai avuto di polacco solo un nazionalista polacco analfabeta poteva sostenerlo.
    Stessa cosa per la Croazia e la Slovenia da noi, oggi ho visto in tv il mano nella mano con Pahor di Mattarella e la riconsegna ufficiale del narodni dom sloveno a Trieste, di cui si accusa ciecamente che fu preso e dato alle fiamme ma non viene mai detto che esso era una base dei servizi segreto dell’allora regno jugoslavo e al suo interno vennero rinvenuti armamenti da guerra.
    E’ chiaro quindi che la questione dei confini, oggi sospesa, dovrà essere rimessa in agenda in un futuro e gli slavi costretti ad arretrare le loro pretese.
    Poi c’è anche il fatto che questi sovranisti rimangono in Europa e la disturbano, e questo è bene, ma vi rimangono per percepire gli emolumenti, anche italiani, molto più di quanto versino, con la scusa che sono ‘poco sviluppati’.
    E’ evidente che il grande limite dell’alleanza tra nazionalismi e sovranismi a differenza dei movimenti internazionalisti è che esso può essere solo strumentale e temporaneo, mai strutturale, che una unione di nazionalisti sarebbe la negazione stessa del nazionalismo.

Lascia un commento