Coronavirus, troppi contagi (+234) per essere domenica: ed è boom tra immigrati

Condividi!

Altri 9 morti e 234 nuovi casi. E’ quanto emerge dal bollettino giornaliero nazionale sulla diffusione del coronavirus in Italia. Ieri erano stati 7 i morti e 188 i nuovi contagiati.

VERIFICA LA NOTIZIA

Ci sono 50 ricoverati in meno (776), 68 in terapia intensiva. I tamponi eseguiti da ieri sono 45.931, oltre 5,9 mln in totale.

I contagi sono ‘tantini’ per essere di domenica. E come sappiamo:

E’ BOOM DI IMMIGRATI INFETTI, CORONAVIRUS TORNA CON LORO: 80% CONTAGIATI




5 pensieri su “Coronavirus, troppi contagi (+234) per essere domenica: ed è boom tra immigrati”

  1. E siamo in piena estate, quindi caldo, raggi uv, finestre spalancate e gente che gira all’aperto. Da ottobre in poi si cominceranno a chiudere le finestre, la gente starà tappata nei luoghi chiusi e l’aerosol non verrà più sterilizzato dai raggi uv estivi, dal clima secco dato dalle alte temperature e le correnti d’aria.

  2. Tra il rischio contagio e vedere ragazzini nullafacenti bighellonare e molestare coetanei e anziani per i centri cittadini meglio il primo probabilmente. Spiace solo che il virus colpisca la parte migliore della nazione, gli anziani.

  3. Ah!… cioè su 60.300.000 (SESSANTAMILIONITRECENTOMILA) abitanti… più 234 (duecentotrentaquattro) “nuovi casi”!… oltre a tutto sapendo che la maniera per stabilire la “positività” al “virus” (il “tampone”) ha l’83% di possibilità d’errore!… e quando, ormai, si sa altrettanto bene che di ‘sta mediocre influenza, curabilissima anche a casa (con la vitamina C – e D3 – con l’ozono, con la clorochina, con l’eparina), NON MUORE NESSUNO… tanto più ora, col sole, col caldo!…

    Per puntellare il non-operato infame della vostra “opposizione” (di Capitan Kippahfindus, della minicoatta all’amatriciana, del mafioso di Arcore) siete lì che sbavate per ogni “immigrato infetto”!… ogni giorno ve ne augurate qualche caterva in più… esattamente come un qualsiasi Conte, Zingaretti, Grillo, Renzi, Casalino!…

    Dire che siete in malafede è farvi troppo onore.

Lascia un commento