Proroga stato di emergenza, Sgarbi: “risposta dovrà essere insurrezione”

Condividi!

“La sola emergenza è quella antidemocratica. La sola risposta dovrà essere un’insurrezione”. Lo afferma Vittorio Sgarbi, che sui suoi social commenta duramente la decisione del governo di prorogare lo stato di emergenza fino al prossimo 31 dicembre. “L’esecutivo -affonda Sgarbi- con a capo un signore che non ha votato nessuno, ha prorogato lo ‘stato di emergenza’, pensando così di continuare a governare il paese diffondendo terrore”.

“Di fronte a questa emergenza anti democratica l’unica vera emergenza – occorre una insurrezione dei cittadini! Presenterò un esposto alla magistratura perché non vi sono i presupposti di fatto per una decisione così drastica”, scrive il parlamentare. “Le sole ragioni sono, ad evidenza, di tornaconto politico: controllare (e manipolare) attraverso paura e la restrizione delle libertà personali la popolazione, e gestire, in deroga a ogni regola di trasparenza, appalti milionari per una epidemia che non esiste più. È uno scandalo sul quale la magistratura deve indagare”, conclude Sgarbi.




6 pensieri su “Proroga stato di emergenza, Sgarbi: “risposta dovrà essere insurrezione””

  1. Si la magistratura italiana deve indagare,propio la nostra amata magistratura rossa, la stessa che ha indagato Conte un mese fa,il pm Maria Cristina Rota, il giudice che ha ascoltato Giuseppi è stata sostituita dopo due giorni da un fedelissimo di Palamara.Fin che staremo qui a scrivere minchite,non cambiare mai niente

  2. ottimo, Sgarbi ! ci faccia il favore : presenti la Sua motivatissima denuncia presso una Procura italiana, poi scannerizzi il testo della Sua Copia Protocollata e Timbrata e poi lo lanci in formato “pdf” sulla Rete Informatica. mi impegno a presentarne una analoga.
    a presto !

    1. l’ha già fatto l’accoglione del sud, pappalardo. NON SERVE A NIENTE. Armatevi! Presto sardine, rossi, e accoglioni passeranno casa per casa per portarvela via per dargliela ai loro amici negri. E voi che farete ?

Lascia un commento