Facebook prosegue la sua campagna contro la libertà di espressione

Condividi!

Facebook ha affermato che vieterà i contenuti che promuovono la “terapia di conversione”, basata sull’idea che i gay possano cambiare il loro ‘orientamento’ sessuale attraverso interventi psicologici o spirituali.

Se in Italia mette al bando, addirittura, una società editrice, Altaforte, Facebook prosegue la propria campagna contro la libertà di espressione globale, cedendo alle minacce di multinazionali e gang di minoranze iperattive.

Stop a chi parla di curare l’omosessualità – noi non pensiamo sia possibile curare una tendenza sessuale quasi sempre innata, tranne che sia relativa a traumi, ma troviamo assurdo che si impedisca di parlarne -, e sempre più forte l’idea di impedire la pubblicità politica per le elezioni. Che danneggia soprattutto chi non ha accesso ad altri media.

FACEBOOK considering banning election ads…

Bans ‘conversion therapy’ content…

Silicon Valley getting tougher on President and his supporters over ‘hate’ …




Vox

Un pensiero su “Facebook prosegue la sua campagna contro la libertà di espressione”

Lascia un commento