Nigeriano ha ottenuto asilo perché scorreggiava troppo: i finti profughi del PD

Condividi!

Il nostro sistema di asilo è una barzelletta. Lo dimostrano le bizzarre motivazioni che permettono ai nigeriani, pakistani e bengalesi di ottenere asilo. E vivere per anni in hotel alle spalle dei disoccupati italiani e a spese dei contribuenti.

Un Paese serio stilerebbe ogni anno una lista di Paesi sicuri da cui nessuno può chiedere asilo. Non c’è guerra? Se chiedi asilo lo respingo nell’istante in cui lo chiedi, non faccio passare mesi per decidere mentre gozzovigli a spese nostre. E non puoi fare ricorso sempre a spese nostre.

Invece, nell’Italia del PD, questa semplice ovvietà non vale. E bastava chiedere asilo per ottenerlo. Pur di foraggiare le coop di partito erano pronti ad andare oltre il ridicolo. Questo sistema è stato messo in crisi dai decreti Salvini, con l’80 per cento dei dinieghi. Ora le coop sono stremate, quindi il PD vuole abrogare i decreti.

I permessi umanitari, ora aboliti, che il Pd vuole ripristinare, venivano concessi per i motivi più improbabili.

VERIFICA LA NOTIZIA

Come nel caso di uno spacciatore nigeriano arrestato mentre cercava di sfuggire alle forze dell’ordine durante un arresto,

Essendosi ferito, gli agenti si preoccuparono di un contagio, avendo l’uomo un permesso di soggiorno umanitario per motivi di salute.

Ma tranquilli, nessuno contagio. Si scoprì infatti che il “problema di salute” del migrante non era contagioso, anche se un po’ puzzolente: aveva ottenuto accoglienza in Italia perché soffre di meteorismo e flatulenza. Scorreggiava troppo, quindi deve farlo in Italia, non poteva farlo in Nigeria.

Scritto nero su bianco e controfirmato dalle apposite commissioni. Il che significa che ci sono dei fottuti corrotti che nemmeno si preoccupano di inventare ragioni un tantino meno campate in aria.

Non c’è alcuna emorragia di umanità, c’è invece un terribile puzzo di merda. Ed è tutta colpa del PD.

C’è poi il caso è quello del profugo nigeriano K.I., trovato più volte a spacciare a Campo Marzo e arrestato per aver rapinato una prostituta e aggredito un poliziotto. Durante l’audizione per la sua richiesta d’asilo ha esibito un certificato medico con la diagnosi varicocele, una patologia abbastanza diffusa che nella maggior parte dei casi non comporta nessun sintomo. E che infatti non gli impediva di delinquere.

Ma abbastanza per farlo rimanere in Italia.




6 pensieri su “Nigeriano ha ottenuto asilo perché scorreggiava troppo: i finti profughi del PD”

  1. Gentile voxnews.info,
    Desideravo chiedervi i riferimenti del giudice o magistrato che ha concesso al Signore. K. I. il permesso di soggiorno per scorreggiare. Sia io che mia moglie soffriamo di meteorismo, e questo inficia la mia capacità lavorativa sia direttamente a causa egli imbarazzi che mi crea sia indirettamente perché sto diventando sordo a causa delle scoreggie di mia moglie. Volevo pertanto contattare il giudice affinché mi riconosca l’invalidità e mi conceda magari un assegno.
    Distinti saluti.

  2. Se hanno ridotto l’Italia in latrina, c’è il motivo.
    Il magistrato Borsellino diceva che bisognava sostituire la puzza della mafia con il profumo della libertà. Gli attuali comandanti, invece hanno aggiunto alla puzza della mafia, l’odore delle “scoregge” dei loro protetti, un connubio perfetto. 💩🚽

Lascia un commento