Lamorgese ha paura: “italiani alla fame, in autunno rischio violenze”

Condividi!
VERIFICA LA NOTIZIA

Lamorgese:rischi rabbia sociale autunno
Bisogna “evitare focolai di infezione”.
“Non possiamo ignorare la possibilità
di un ritorno del virus, ma proprio
per questo i nostri atteggiamenti devo-
no essere responsabili”. Così ad Agorà
la ministra dell’Interno, Lamorgese.No
agli arrivi che possono creare nuovi
focolai. “Concreto il rischio di rabbia
sociale” in autunno. “Vediamo negozi
chiusi e cittadini non riescono a prov-
vedere ai bisogni quotidiani”,aggiunge.

Poi, per le Amministrative: “Firmerò il
decreto in questi giorni per il 20 e 21
settembre, spero ci sia Election Day”.

E la sua soluzione? Sanatoria dei clandestini e moltiplicazione sbarchi. Sarà un bagno di sangue, e lo avrete voluto voi. Non c’è alternativa.




6 pensieri su “Lamorgese ha paura: “italiani alla fame, in autunno rischio violenze””

    1. Se aspettate che venga l’autunno per muovervi quanti altri danni ancora nel frattempo causeranno. Non sarebbe ora che gli Italiani la smettessero dei soliti bla bla bla e bla e cominciato giá da ora a darle ragione a questa bella gnoccona di ministro?….Lei prevede violenza in autunno e voi aspetterete fino all’autunno ?…. Cosa aspettate che siano vecchietti 80 enni come me e per giunta non vivono neanche in Italia ma anche i vecchietti che ci vivono ad accontentare le previsioni di questa simpaticona….

  1. Abbiamo bisogno che non arrivino i soldi dall’Europa, con i soldi dell’Europa il governo potrebbe posticipare il collasso economico, non ci conviene. Ricordiamo che per scuotere dalle fondamenta lo stato, la crisi di liquidità deve almeno lambire statali e pensionati, perché coi crolli azionari da settembre ottobre e con la spirale dei tassi in aumento il più del lavoro e’ fatto. Una mano poi può continuare a darla il coronavorus, finora eficacissimo a eminare il terrore tra i lavoratori sopra i 60 anni o anche più giovani, quando vulnerabili o peggio vigliacchi ipocondriaci. Ottimo, reddito fisso e pensioni non danno l’immunita’, nemmeno quando si opera era nell’ordine pubblico.

Lascia un commento