Coronavirus dilaga nelle imprese ‘grazie’ a certi lavoratori: altri 42 casi a Parma

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Tutti noi sappiamo di che tipo sono questi lavoratori.

Salgono a 42 i casi di positività ri-
conducibili al focolaio di coronavirus
riscontrato nell’azienda di ovoprodotti
di Sanguigna di Colorno, in provincia
di Parma.

I lavoratori risultati positivi sareb-
bero collegati però a una società di
servizi lombarda che fornisce manodope-
ra a diversi contesti produttivi, com-
presa appunto l’azienda della provincia
emiliana.




6 pensieri su “Coronavirus dilaga nelle imprese ‘grazie’ a certi lavoratori: altri 42 casi a Parma”

  1. “Coronavirus dilaga”… ma cosa “dilaga”, mentecatti?!… ancora avete il coraggio di menare il rancido torrone del Fantacovid e della sua MAI ESISTITA “pandemia”?… siete lì che, al seguito del vostro Capitan Findus miserabile, altro non aspettate se non qualche negro infetto per lanciare gli ululati d’ordinanza… che schifo…

  2. Peccato che questi negri e bengalese si possono infettare solo tra di loro, purtroppo finché non riapriranno le scuole il contagio rimane confinato alle singole etnie. Negri con negri, banga con banga, zingari con zingari, purtroppo finché non riapriranno le classi fogna di tutti i liquami etnici il coronavirus non torna ai pensionati e statali italiani. Vedrete anzi che di nuovo, per salvare immigrati e pensionati, neanche a ottobre potranno riaprire le scuole.

Lascia un commento