Coronavirus dilaga in Libia: immigrati infetti in fuga verso l’Italia

Condividi!

Le navi ong e i barconi sono terrorismo sanitario. E non stiamo parlando di libici in fuga dall’epidemia, ma di nigeriani, pakistani e bengalesi che corrono in Libia ad infettare la popolazione locale ed infettarsi tra loro per poi piombare sull’Italia. A finire quello che hanno cominciato i cinesi.

Inutile chiudere, con ritardo, ai voli dal Bangladesh, se poi i bengalesi vanno a Tripoli in Aereo e da lì si imbarcano per l’Italia:




Un pensiero su “Coronavirus dilaga in Libia: immigrati infetti in fuga verso l’Italia”

Lascia un commento