Biancalani amplia il suo centro accoglienza abusivo: “Ne voglio ancora…e ancora”

Condividi!

Nonostante il ritrovamento della dr0ga in confessionale e l’ennesimo spacciatore ospitato nella sua ormai ex parrocchia, Biancalani amplia il proprio business dell’accoglienza.

Questo spudorato nemmeno nasconde le sue voglie umanitarie: “ancora…”

Pronti ad accogliere… ancora.

Pubblicato da Massimo Biancalani su Martedì 7 luglio 2020

Spacciatori? Droga nel confessionale? Nessun problema, lui amplia le camerate con la complicità del vescovo e, soprattutto, delle sedicenti autorità locali: ma il prefetto non si vergogna a lasciare che chi ospita spacciatori abusivamente continui, senza ritegno, ad andare avanti con la propria attività criminogena per il territorio?

A quanto pare no.




4 pensieri su “Biancalani amplia il suo centro accoglienza abusivo: “Ne voglio ancora…e ancora””

  1. come no? avanti! ma cosa è un reclutamento per una milizia di Black Shitz lives? che poi nn son tanto lontani da al bagdadi friends! do you remember whta have done at Syrya wonderful state this people?

Lascia un commento