Africano deve lasciare l’hotel dopo anni di accoglienza: furioso devasta il centro di Perugia

Condividi!

Fuori dal progetto di accoglienza, semina il caos in centro storico. La polizia di Perugia ha arrestato un gambiano di 24 anni per danneggiamento aggravato continuato. Nel pomeriggio di ieri si è scatenato con vandalismi e violenze.

VERIFICA LA NOTIZIA

Prima ha lanciato in aria vari cassonetti della spazzatura nei pressi della sede dei responsabili della sua accoglienza. Fermato e accompagnato in Questura per gli accertamenti del caso, è stato subito liberato.

Poche ore dopo è tornato negli uffici dell’associazione che lo ospitava: stavolta scaraventato a terra un cassonetto, rovesciato una fioriera e distrutto una grossa bacheca in legno. Gli agenti lo hanno fermato in piazza di nuovo arrestato con l’accusa di danneggiamento aggravato continuato.

Negli ultimi giorni il gambiano ha seminato il caos in centro diverse volte.

Tra gli ultimi episodi c’è il danneggiamento del portone d’ingresso degli uffici della Prefettura. Processato per direttissima: il Tribunale di Perugia ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Questi sono i richiedenti asilo.




9 pensieri su “Africano deve lasciare l’hotel dopo anni di accoglienza: furioso devasta il centro di Perugia”

      1. Le miniere ci sono in Africa e sono tante. Il lavoro non mancherebbe, è la voglia di fare, di lavorare che manca e si vedono i risultati. Se avessi governanti capaci e non semplici comandanti, i danni li avrebbero già chiesti ai loro paesi d’origine. Non pagano? I loro connazionali qui in galera e finita la pena a casa loro. La pena deve avere una durata minima di otto anni anni effettivi, aumentata a seconda della gravità del danno.
        Le tasse aumentano proprio per pagare i loro danni. Un buon amministratore non è buonista.

  1. E poi mandano miliardi in aiuti all’africa oltre all’accoglionenza!Rimandiamogli le loro risorse, con tutta la cultura che hanno diverranno la civiltà più grande…di merda!

Lascia un commento