Facebook censura il senatore Pillon: ha osato criticare cambio di sesso a 9 anni

Condividi!

Facebook censura il senatore italiano Simone Pillon. Il leghista ha criticato un delirante video-reportage di Freeda, dove si racconta la vita “felice” di una “bambina transgender di 9 anni”, che con grande consapevolezza a “3-4 anni ha detto ai suoi genitori di volersi operare o morire”. Ora per fortuna si sente “super libera” e a breve inizierà la cura ormonale e non si esclude da qui in futuro anche la castrazione chirurgica.

Chi discrimina davvero?
Avevo postato tutto il mio sdegno per un bambino spagnolo di 9 anni trattato come un…

Pubblicato da Simone Pillon su Lunedì 6 luglio 2020

Facebook va messo in condizione di non nuocere. Il prossimo governo sovranista deve varare leggi chiare: i social che vogliono operare in Italia devono rispettare la libertà di espressione. O siano oscurati.

Ma il problema è più profondo: abbiamo bambini che vengono molestati e trasformati in bambine. E’ un’epoca oscura sotto l’arcobaleno.




5 pensieri su “Facebook censura il senatore Pillon: ha osato criticare cambio di sesso a 9 anni”

  1. Vi invito a questo punto a dare una spulciata ai “tweet” di J.K. Rowling. Negli ultimi giorni ha pubblicato un pippone di più di 10 messaggi consecutivi sull’argomento citando persino il benemerito Tavistock Institute (bel ricettacolo di giudei pervertitori). Ovviamente le hanno sparato a palle incatenate tanto che addirittura tutti i siti che fanno i soldi col suo materiale hanno rimosso i link diretti alle sue opere. Ora, non sono certo qui per difendere un piccolo mercante con gli occhiali (perchè sapevate che Daniel Radcliffe è casualmente un mercante?), tuttavia mi ha molto colpito la reazione alle critiche di un personaggio pubblico che ritenevo “allineato” e che invece ha avuto e continua ad avere il coraggio di rispondere per le rime addirittura “rilanciando”.

Lascia un commento