Immigrati bloccano la strada: “Vogliamo la paghetta e le schede telefoniche gratis”, accontentati

Condividi!

Mentre gli italiani perdono il lavoro e i suicidi aumentano, i migranti protestano per la paghetta. Che gli stessi disoccupati italiani pagano loro con i soldi dei contributi versati mentre lavoravano.

VERIFICA LA NOTIZIA

Hanno protestato una cinquantina di immigrati ospiti a spese dei contribuenti del centro di accoglienza di Pian del Lago.

Motivo della protesta il ritardo dell'ente gestore nel distribuire la paghetta da profughi, il cosiddetto pocket money, e le schede telefoniche. Perché loro telefonano anche gratis alle mogli e figli lasciati in mezzo ad una guerra che non c’è.

La prefettura è intervenuta presso l'ente gestore per sbloccare la situazione e versare immediatamente la paghetta agli ospiti africani.

Sul posto la polizia che ha deviato il traffico mentre i funzionari della questura tentavano una bizzarra opera di mediazione per convincere i migranti a far rientrare la protesta.




4 pensieri su “Immigrati bloccano la strada: “Vogliamo la paghetta e le schede telefoniche gratis”, accontentati”

  1. Ma Dio….la paghetta?LA PHAGHETTTTAAAAAAAÀA?E sti coglioni in divisa che TRATTANO?
    Squallidi figli di puttana(ma le vostre madri sono molto meno rispettabili), italiani che si suicidano, che finiscono gettati in strada e questi baluba SENZA NESSUN DIRITTO esigono soldi e telefono gratis?!
    Ma siamo dentro una provetta e qualcuno se la rids guardandoci al microscopio?

  2. Più che la paghetta, si meriterebbero una “pagada”, come si dice da noi, cioè sberloni. Quando noi eravamo piccoli e non facevamo a modo, i nostri genitori ci minacciavano promettendo “la pagada”, ogni tanto arrivavano e siamo cresciuti capendo il rispetto per gli altri e le cose.
    Adesso oltre alla mancanza nostra di liquidità, dobbiamo subito correre per soddisfare le esigenze di profughi falsi, come le guerre che dicono di avere visto. Forse nei film. Il brutto è che hanno trasformato bene in realtà a spese nostre e d abbiamo fior di apparati burocratici che costano, per mantenere, gente che alla fame non è pretenziosa e violenta.
    Abbiamo impiegato 1945 anni per ottenere indipendenza e poi nel giro di un decennio la stiamo regalando a tutto il mondo,. Branco di lazzaroni,il giorno del giudizio Divino, arriverà anche per voi

Lascia un commento