Milano non è Jesolo: marocchino sfregia la barista e sfascia vetrina

Condividi!

Un marocchino di 41 anni è stato denunciato dopo aver aggredito la titolare di un bar di via Brenta, a Milano, intorno a mezzanotte. La donna, 40 anni, si è rifiutata di servire da bere all’immigrato, ubriaco, e lui l’ha colpita al braccio destro con dei cocci di bottiglia. Poi, ha vandalizzato la vetrina del locale.

VERIFICA LA NOTIZIA

A quel punto, sono intervenuti i carabinieri, che l’hanno bloccato e accompagnato all’ospedale San Paolo, da cui è stato dimesso con sette giorni di prognosi per trauma cranico e ferite alle mani.

Su disposizione del pm di turno è stato deferito in stato di libertà per lesioni personali, danneggiamento e violenza privata. La donna ferita è stata dimessa dall’ospedale Policlinico con 15 giorni di prognosi per ferita superficiale all’avambraccio.

Milano non è Jesolo. Purtroppo.




5 pensieri su “Milano non è Jesolo: marocchino sfregia la barista e sfascia vetrina”

  1. vabbeh beppe al salah mustafa al kandarari sara fiero!
    a mil’ano ormai tutti floci maruccini blacky black pitch dark, nerume a iosa, monoflociopattini, risvoltinati, aperitivi a 20 euro per un oliva e una patatina della pam, rider…etc ect..metropoli europea? ma va! capitale amministrativa del IDIOTISTAN

Lascia un commento