F1, milionari si inginocchiano contro il ‘razzismo’: ferrarista Leclerc NO

Condividi!

Ottica fantastica. Non c’è nemmeno bisogno di slogan.

Dopo i calciatori non potevano non arrivare altri milionari col cervello microscopico a dare lezioni di vita alle persone normali.

Gp Austria, piloti in ginocchio contro il razzismo. Hanno indossato una maglia nera con la scritta ‘End racism#WeRaceAsOne’.

Stanno rendendo il ‘razzismo’ sexy perché ribelle. A questi cerebrolessi mancano le basi. Ovviamente il regista dietro questa pagliacciata è l’incerto Hamilton, che per uno scherzo del destino, evidentemente razzista e burlone, è arrivato quarto. Non ha potuto ripetere la pagliacciata sul podio.

Il nostro plauso va a quelli rimasti in piedi. Tra cui il migliore della gara, Leclerc.

E’ molto importante che ci sia chi non cede al mobbing degli invasati antirazzisti.




6 pensieri su “F1, milionari si inginocchiano contro il ‘razzismo’: ferrarista Leclerc NO”

  1. Essere bianchi non é una colpa, chi si inginocchia non merita di esserlo.
    Inutili coglioni parassiti che.vogliono cancellare la storia e la civiltà.
    Se avete tanta vergogna abbrustolitevi e andate in africa a fare gli schiavi dei negri!
    Patetiche larve prigressiste!

  2. Trova gli ebrei fra quelli inginocchiati. Uno ha cambiato cognome per mimetizzarsi e per guidare papi gli ha comprato la scuderia. Un altro passa per essere di origine italiana. E poi?

Lascia un commento