Spacciatore tunisino pestato, sindaco Pd-FI accusa ma la gente sta coi giustizieri: “Hanno fatto bene”

Condividi!

Il sindaco guida una giunta PD-ForzaItalia e ha difeso lo spacciatore. Ma la gente sui social si schiera compatta con i tre giovani incensurati che si sono difesi e poi..

VERIFICA LA NOTIZIA
I carabinieri hanno identificato e denunciato per lesioni personali gravissime in concorso tre giovani trentenni di Jesolo, incensurati, per il pestaggio del 38enne spacciatore tunisino:

Massacrano spacciatore africano che minaccia passanti e vengono denunciati

Sui social sono stati moltissimi, praticamente unanimi, i commenti di chi ha difeso gli aggressori: “Se l’è cercata. Hanno fatto bene”; “vogliono farlo passare per un pestaggio razzista, ma il tunisino aveva aggredito”.

Se decidesse una giuria, sarebbero assolti con formula piena.

La vittima, in stato di ebbrezza, a torso nudo, aveva poco prima infastidito alcuni avventori di un bar vicino a piazza Milano, arrivando anche a gettare verso di loro una bottiglia di vetro. Anche gli indagati presentavano i postumi del parapiglia: uno di loro ha riportato un trauma contusivo al ginocchio destro e alla mano sinistra, un altro alcune escoriazioni al viso ed il terzo una frattura ad un dito della mano destra. Insomma, non certo una vittima lo spacciatore.

″È un fatto gravissimo, potrebbe non essere un episodio legato alla cattiva movida ma una questione razziale con i ragazzi che potrebbero essersi accaniti sull’uomo a causa della sua nazionalità”, ha dichiarato il sindaco di Jesolo Valerio Zoggia, che vuole una posizione comune su quello che è accaduto: “Il momento delicato richiede attenzione anche nelle considerazioni che si possono fare. Dichiarazioni mi riserverò di farle solo dopo aver incontrato i capigruppo del Consiglio comunale con i quali mi confronterò per individuare una presa di posizione congiunta”. Zoggia sta valutando se “costituirci come parte civile per i danni d’immagine recati alla città”.

Certo, i danni alla città li arreca chi picchia lo spacciatore, non gli spacciatori. Ma che sindaco avete eletto?

Ricordiamo che Zoggia è di Forza Italia e governa con il PD.




4 pensieri su “Spacciatore tunisino pestato, sindaco Pd-FI accusa ma la gente sta coi giustizieri: “Hanno fatto bene””

  1. Questo è quello che I buonisti vogliono fare : lasciare gli stranieri liberi di delinquere, il popolo si ribella e scatta la guerra civile.
    L’unico effetto certo dello stile di vita di lady boldrini, non privo, sicuramente, di danni collaterali.

  2. ma sti cazzi di carabinieri vedono lo spacciatore solo quando qualcuno gli rompe il culo?… speriamo che non vedano quando si inculano la figlia o vendono cocaina al figlio… io sono il posto fisso!

Lascia un commento