Columbus rimuove statua di Colombo per timore vandalismi antifa

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Una statua di Cristoforo Colombo è stata rimossa a Columbus, capitale dell’Ohio.

Negli ultimi tempi, Colombo è stato particolarmente preso di mira dagli antirazzisti perché, secondo loro, sarebbe simbolo di oppressione, schiavismo e discriminazione nei confronti degli afroamericani nel delirio iconoclasta del Black lives matter.

In realtà gli afroamericani dovrebbero ringraziare Colombo perché, altrimenti, sarebbero ancora in Africa.

Così le autorità hanno deciso di togliere di mezzo il monumento per evitare che venisse attaccato da antifa e neri.

La statua bronzea di Colombo, che era collocata di fronte alla City Hall, il municipio di Columbus, sarà custodita in una struttura cittadina in attesa di tempi migliori. Un po’ come quando i barbari entrano in città.

Era stata un dono della cittadinanza di Genova, nel 1955.

Intanto, nel solco dello stesso delirio iconoclasta che vuole smantellare ogni simbolo che non sia neutro e quindi inutile, gli sponsor stanno obbligando la squadra di NFL Redskins a cambiare nome perché, dicono, il nome Pellerossa è razzista. E un manager della Boeing si è licenziato perché è apparso un suo libretto in cui, trent’anni fa, si diceva contrario alle donne militari in combattimento, cosa del resto condivisa da tutti fino a pochi anni fa.

Viviamo un momento storico in cui una minuscola parte della società, preda di un delirio mentale, impone bizzarre non regole.




Un pensiero su “Columbus rimuove statua di Colombo per timore vandalismi antifa”

Lascia un commento