Clandestini si inventano bambina scomparsa per impietosire agenti alla frontiera

Condividi!

A futura memoria per i barconi e le ong che millantano ‘bambini’ e annegati. Si inventano bimba scomparsa per convincere la polizia a lasciarli passare al confine tra Slovenia e Italia: ore di ricerca per una bugia…

Non è mai esistita una bambina nel gruppo dei clandestini fermati questa mattina dalle Autorità slovene e dunque sono annullate le ricerche su entrambi i versanti del confine italiano e sloveno. Lo si apprende dalla Polizia di Frontiera della Questura di Trieste, che lo ha appreso a sua volta dalle Autorità slovene.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il gruppo di clandestini, composto da 6 persone, tutti maschi e adulti, ha inventato la vicenda della bambina che non esiste per impietosire i poliziotti sloveni che li avevano fermati.

Questa mattina un gruppo di migranti, meno di 10 persone, era stato fermato dalla polizia slovena mentre tentava di attraversare il confine. Alcuni del gruppo avevano riferito alle autorità slovene che con loro viaggiava anche una bimba di 6 anni, figlia di una coppia del gruppo. La piccola, secondo il loro racconto, sarebbe scappata pochi istanti prima del controllo, spaventata dalla presenza dei poliziotti.

Che poi, comunque, crescono. Ma gli unici bambini che questi si portano dietro sono quelli che rapiscono lungo il viaggio:

Profughi usano bimba per passare frontiera, poi la abbandonano – VIDEO




Un pensiero su “Clandestini si inventano bambina scomparsa per impietosire agenti alla frontiera”

  1. I marroni mentono strutturalmente, dal sudamerica al subcontinente indiano: sono razze di mentitori più o meno spudorati. I Negri non mentono al loro livello non per nobiltà di spirito ma per scarso qi.

Lascia un commento