Truffa Bellanova, boom di false badanti marocchine: 69mila richieste

Condividi!

Alle ore 20 di martedì 30 giugno, ad un mese dall’apertura della procedura, le domande pervenute sono 69.721 e 10.645 in corso di lavorazione.

Per quanto riguarda i diversi settori interessati, il lavoro domestico e di assistenza alla persona rappresenta l’88% delle domande. Altro che braccianti, tutti marocchini che si fanno regolarizzare come falsi badanti.

Nella distribuzione delle domande per Paese di provenienza del lavoratore, ai primi posti risultano il Marocco, l’Ucraina e il Bangladesh per il lavoro domestico e di assistenza alla persona. Le famose badanti marocchibe e bengalesi.

Dal 1º al 29 giugno, sono state 3.231 le richieste di permesso di soggiorno temporaneo presentate agli sportelli postali da cittadini stranieri ai sensi dell’articolo 103, comma 2, del decreto rilancio che riguarda i titolari di permessi di soggiorno scaduti dal 31 ottobre 2019.

Di solito queste sanatorie avevano una finestra di un mese, invece sarà possibile presentare le domande di fino al prossimo 15 agosto perché aspettano i barconi.

Insomma, godono gli spacciatori. Il Senato fermi questo scempio.




2 pensieri su “Truffa Bellanova, boom di false badanti marocchine: 69mila richieste”

  1. Continuano imperterriti a farne arrivare a migliaia, soldi x mantenerli sempre meno e loro spremono di più…Stupidi bastardi, é come caricare i bagagli su una macchina rimasta a secco, chi la muove poi?Il carro attrezzi?
    Arriveremo alla famosa goccina che fa traboccare il vaso, dovrete scappare nei bunker!

Lascia un commento