SALVINI A CASTEL VOLTURNO: ‘IRREGOLARI DEVONO TORNARE A CASA’

Condividi!

SEMBRA CHE SALVINI SIA GUARITO DAL CORONAVIRUS

Lo ha detto il leader della Lega Matteo Salvini rispondendo alle domande dei cronisti sulla questione della presenza, a Castel Volturno, di circa quindicimila clandestini, per lo più manovalanza della mafia nigeriana.

“Occore innanzitutto fermare gli arrivi – dice Salvini – affinche’ il problema non si aggravi; abbiamo chiuso centri con grandi numeri, penso al Cara di Mineo con 4mila immigrati, a Bagnoli con 2mila; sono cose che non fai in un quarto d’ora, quando ero al Ministero dell’Interno facemmo lo sforzo di inviare poliziotti. Occorre pazienza e bisogna lavorare di concerto con i sindaci, quindi suonare i campanelli perche’ sono tanti gli immigrati che hanno diritto a stare qui” dice Salvini, aprendo al censimento dei migranti, strumento gia’ proposto in passato proprio a Castel Volturno. “Provi a fare lei il clandestino in Svizzera” chiede Salvini ad un giornalista; “la cacceranno subito. Dobbiamo farlo anche in Italia, perche’ bisogna scegliere tra legalita’ e illegalita’”.

Non serve alcuna pazienza. Servono i militari che devono andare casa per casa.




3 pensieri su “SALVINI A CASTEL VOLTURNO: ‘IRREGOLARI DEVONO TORNARE A CASA’”

  1. Non solo i clandestini, anche i regolari non assimilabili, che sono molto numerosi.

    Salvini é giustificato per il fatto che é stato solo un anno al Viminale. Se dovesse tornarci con un governo stabile e duraturo, questo rastrellamento del territorio e cacciata di massa dei clandestini deve farla, altrimenti si dimostrerà un cazzaro. Almeno che non si inventa, come ha fatto quando fu ministro, che i clandestini non erano mezzo milione ma 90 mila. Erano e sono mezzo milione, se non di più, almeno che la sanatoria della Bellanova non riduca effettivamente tale numero.

      1. In effetti, uno che parla di identità e fa selfie con gli africani che pubblica sui social, non promette nulla di buono.

        É come se uno che parla di lotta di mafia andasse a pranzo coi mafiosi…

Lascia un commento