Grillo vuole schedare i ‘razzisti’, noi preferiamo schedare chi stupra

Condividi!

Grillo getta la maschera. L’idea della ‘rete libera’ vale solo fino a che non sollevi questioni che non vanno bene al sistema. E allora, arriva la censura e la schedatura: il regime attuale è come tutti gli altri regimi, aveva solo la corta un po’ più lunga, per questi si sono impiegati decenni a rendersi conto che di regime si tratta.

VERIFICA LA NOTIZIA

E’ bastato strappare alla cabala di pochi oligarchi il potere di diffondere informazione, con internet e i social, a svelare la farsa: non siamo mai stati liberi, solo che non potendo informarci liberamente, non avevano motivo di tirare la corda.

È il caso dell’idea nata da tal Phillip Atiba Goff del Center for Policing Equity – e ripresa da Beppe Grillo – di “misurare il razzismo per eliminarlo”. L’attività di misurazione nasce analizzando i dati delle forze dell’ordine statunitensi ma la si vorrebbe estendere alle aziende poiché se un’azienda “non ha capito come misurare i modi in cui facilita gli impatti del razzismo sulla comunità che tocca, è a rischio sia morale sia finanziario. Questo soprattutto oggi”. La “misurazione del razzismo” assume una deriva preoccupante se applicata a trecentosessanta gradi nella società; per definire un comportamento razzista ci sono leggi che puniscono chi compie insulti o gesti di questo genere ma, se andiamo oltre la legge e introduciamo valori di misurazione arbitrari, chi ci garantisce l’oggettività dei criteri applicati?

Cosa è razzista? Dire che gli italiani sono bianchi e i nigeriani neri? Dire che le popolazioni afroamericane hanno un’incidenza al crimine molto più elevato come da statistiche FBI? Che non vogliamo il genocidio dei nostri popoli attraverso il meticciamento?

Se questo è ‘razzismo’, noi diciamo che è legittima difesa. E che se c’è qualcosa da schedare per curare è l’antirazzismo, una sorta di sadomasochismo di origine psichiatrica, come dimostrano gli inginocchiamenti da invasati.

I grillini si mostrano per quello che sono: una costola rotta della sinistra. Un branco di NPC incapaci di intendere. Figuriamoci di volere. La volontà è di pochi.

Noi, invece, preferiamo schedare gli stupratori di ragazzine. Anche quelli che hanno come padre un politico. Per non fare distinzioni.




7 pensieri su “Grillo vuole schedare i ‘razzisti’, noi preferiamo schedare chi stupra”

  1. – I colorati dal basso QI, sono tali poiché provengono da aree che non richiedevano una pianificazione del futuro per sopravvivere. Un clima caldo non penalizza le persone che non hanno l’intelligenza di pianificare in anticipo per il rigido inverno.
    – Il QI più basso porta ad un più alto tasso di mortalità, perché fanno cose stupide come portare alla morte i loro bambini (vedi Aylan Kurdi, etc).
    – Il più alto tasso di mortalità significa che devono avere più figli per perpetuare la loro stirpe.
    – Al fine di avere più figli, hanno bisogno di essere costantemente più arrapati, il che significa che hanno bisogno di testosterone più alto.
    – Testosterone più alto porta a un controllo degli impulsi più basso e una maggiore propensione alla violenza (come lo stupro – perché no, anche quello di gruppo).

    Questo è tutto.

    Proprio questo.

    Questo è tutto il problema del “razzismo” che Grillo vuole punire.

    PS. Gli Iraniani originari (Persiani) sono un popolo dalla grande storia, classificabili come Bianchi. Purtroppo, i moderni Iraniani, per via delle invasioni subite e dell’Islam, sono in gran parte meticci (spesso appaiono Bianchi, ma è sempre il DNA quello che conta). A voi le conclusioni.

      1. Se applicassero serie politiche di igiene razziale, in 2-3 generazioni diventerebbero un paese bianco. Ma quel tipo di politiche è incompatibile con l’Islam (e anche col Cristianesimo a dire il vero). Comunque non era un popolo a caso, c’è un preciso motivo per cui è stato menzionato.

        1. L’islam sciita, quello praticato in Iran, é la versione più “sana” a differenza di quello sunnita, più pericoloso e fanatico. Sunniti sono gli immigrati nordafricani che abbiamo in Italia. E non solo, il terrorismo islamico é sempre stato sunnita, mai sciita.

          1. Se esistesse un Islam etno-identitario sarebbe il club a cui iscriversi. Purtroppo un po’ tutte le religioni desertico-abramitiche deficitano in identitarismo razzialista… tranne (((una))).

Lascia un commento