Clandestino armato di forcone recide l’aorta a italiano: niente galera, ai domiciliari

Condividi!

Espulso dall’Italia era, ovviamente, rimasto. In tempo per essere arrestato con l’accusa di lesioni gravissime.

VERIFICA LA NOTIZIA

Il 40enne senegalese con precedenti penali era stato espulso dall’Italia ma continuava a vivere nella sua abitazione di Mansuè, in provincia di Treviso.

Nelle scorse ore ha preso un forcone e ha colpito un italiano durante una lite, tagliandogli l’aorta.

La vittima ha iniziato a perdere subito molto sangue: provvidenziale l’intervento sul posto di un’ambulanza e poi un delicato intervento chirurgico. Salvato, non è più in pericolo di vita.

I carabinieri hanno messo le manette al 40enne senegalese. Galera? No, ai domiciliari.




4 pensieri su “Clandestino armato di forcone recide l’aorta a italiano: niente galera, ai domiciliari”

Lascia un commento