Assolto per aver sparato a ladro rom, ma la toga lo perseguita: “Ricorso dei pm? Una mazzata”

Condividi!

Il ricorso da parte della procura della Repubblica di Lodi contro l’assoluzione di Mario Cattaneo in primo grado di giudizio, cosa che apre le porte ad un nuovo processo, continua a far discutere:

Toga perseguita tabaccaio che ha ucciso ladro romeno: fa appello dopo assoluzione!

L’oste Cattaneo: “Mi sento devastato, sono giù di morale, è stata una mazzata tra capo e collo che non mi aspettavo, ancora non ci posso credere, ma ormai è successo e andremo avanti. Spero di riuscire a reagire per poter affrontare questo nuovo capitolo”, ha dichiarato ad AdnKronos commentando il ricorso della procura di Lodi.

“Sono qui ancora a ricominciare daccapo un’altra vicenda che spero che finisca bene, perché è un calvario. È una storia mai finita e spero che non duri altri tre anni. Per me sarebbe una batosta. Ancora adesso non riesco a rendermene conto”, ha aggiunto l’oste con voce tremula. “Spero di poter reagire e riprendermi perché sono a terra psicologicamente, mi sento deluso. Ho sempre creduto nella giustizia e continuo ad avere fiducia perché ho sempre rispettato tutte le leggi e fatto il mio dovere però mi cadono le braccia adesso. Spero solo di riuscire a reagire”.

“Ormai ho 70 anni”, ha spiegato ancora al giornalista.”Ho pensato di lasciare andare tutto, di lasciare le cose come vogliono che vadano ma non lo so, adesso sono davvero a pezzi, spero di trovare le forze per continuare. Spero che accada già nella prossima settimana. Giovedì mi è arrivata la notizia, oggi sto lavorando e sono un po’ su di morale. Tanta gente viene a portare solidarietà e conforto e questo mi aiuta un pò. Domani però, quando andranno via tutti, mi troverò lì da solo e ricomincerò a pensare”.

Matteo Salvini ha speso parole in difesa dell’oste, col quale si è incontrato a Codogno. “A Codogno ho incontrato anche Mario Cattaneo, l’oste di Casaletto Lodigiano che venne accusato di eccesso colposo di legittima difesa, che è stato assolto e che ora vogliono incredibilmente riprocessare! Solidarietà e affetto a lui. #iostoconMario”, ha spiegato l’ex vicepremier sulla pagina Facebook.

Anche Cattaneo ha parlato dell’esperienza e della solidarietà ricevuta.”È andata benissimo. Sono stato invitato e sono andato, con Salvini abbiamo scambiato due parole e basta. Lo ringrazio davvero tantissimo, ho trovato tanta gente lì a Codogno che mi ha stretto la mano, mi ha dato coraggio e fatto gli auguri”, ha concluso il ristoratore.




Lascia un commento