Troppi spacciatori: esposto per chiusura centro immigrati don Biancalani

Condividi!

VERIFICA LA NOTIZIA
Un esposto alla Procura della Repubblica per chiedere la chiusura del famigerato centro di accoglienza abusivo di Vicofaro è stato presentato questa mattina presso il Tribunale di Pistoia dal portavoce locale di CasaPound Italia Lorenzo Berti.

“Su richiesta di molti cittadini pistoiesi – spiega Berti – abbiamo deciso di presentare questo atto di accusa contro una struttura ormai completamente fuori controllo tra violente risse, minacce ai residenti e arresti per droga. Vista la complicità della Regione Toscana ed il lassismo del Comune di Pistoia ci siamo rivolti direttamente alla Procura per porre fine ad una situazione che sta turbando la sicurezza di un intero quartiere e danneggiando l’immagine della nostra città. Come sempre noi preferiamo l’azione concreta alle inutile passerelle autoreferenziali”.

“Nell’esposto – prosegue il portavoce locale di CasaPound – abbiamo riportato alcuni dei numerosi episodi di cronaca nera che hanno visto coinvolto il centro di Vicofaro, soffermandoci anche sui noti problemi di sovraffollamento, carenti condizioni igenico sanitarie e conflitti con i residenti. Per tutti questi motivi chiediamo alle autorità competenti di disporre la chiusura del centro di accoglienza di Vicofaro per gravi motivi di sicurezza ed ordine pubblico”.

La vergogna è nelle istituzioni complici, che dovrebbero chiudere d’ufficio questo centro di accoglienza totalmente abusivo dove negli anni sono stati scoperti innumerevoli clandestini e spacciatori. L’ultimo caso, eclatante, refurtiva e droga nel confessionale di Biancalani.




Un pensiero su “Troppi spacciatori: esposto per chiusura centro immigrati don Biancalani”

  1. Finche ci saranno i rossi al potere non lo chiuderanno mai comunque pru.a o poi uno dei suoi negretti lo schiaffa nel forno delle pizze.Li usa x pubblicizzare e produrre le sue cagate antirazziste e poi chiama la polizia se questi gli chiedono 50 euro.

Lascia un commento